Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La Relazione programmatica per il 2017 sulla partecipazione dell'Italia all'Unione Europea è stata approvata dal Consiglio dei Ministri. Il documento dà conto degli orientamenti e delle priorità che il Governo intende perseguire con riferimento agli sviluppi del processo di integrazione europea.

E' uno strumento che consente, al Governo e al Parlamento, di compiere in sinergia un esercizio di sintesi e di valutazione delle priorità in ambito europeo, per procedere con maggiore decisione e coesione nelle azioni di politica europea necessarie a fornire le risposte che i cittadini italiani ed europei si aspettano dall'Unione Europea.
Per la prima volta la Relazione, predisposta dal Dipartimento Politiche Europee e trasmessa al Parlamento secondo quanto previsto dall'art. 13 della Legge 234/2012, quest'anno ha un carattere non solo compilativo ma anche di sostanza politica. Un vero programma per il Governo per le sfide che dovrà affrontare, in Europa e per l'Europa, il prossimo anno.

Il 2017 sarà l'occasione per compiere un salto di qualità: non solo attraverso momenti di riflessione politica come le celebrazioni per il 60° anniversario dei Trattati di Roma, in cui l'Italia si sta impegnando, insieme al Governo di Malta che ha la Presidenza di turno del Consiglio, ma soprattutto attraverso scelte coraggiose che le istituzioni europee e i Governi dovranno assumere sui grandi temi europei.

La Relazione programmatica viene predisposta annualmente grazie al contributo delle Amministrazioni, che forniscono i contributi di rispettiva pertinenza, e all'attività di revisione, sintesi e coordinamento effettuata dal Dipartimento Politiche Europee.

Leggi qui la Relazione programmatica 2017!