Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

È stato costituito con delibera di giunta regionale il Gruppo lavoro per la Zona Economica Speciale (ZES) dell'area Adriatica con la partecipazione di esperti di variegata e rinomata provenienza e formazione, anche con riferimento alle relative aree di sviluppo industriale. Lo rende noto l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, Michele Mazzarano, che ha convocato il tavolo di lavoro per il prossimo 19 ottobre presso la sede dell'Assessorato allo Sviluppo Economico.

"La Regione Puglia intende cogliere pienamente le opportunità di sviluppo delle Zone Economiche Speciali - ha dichiarato l'assessore Mazzarano - e per questo intende presentare due candidature, sia quella di Taranto, che quella di Bari-Brindisi. Completati i gruppi di lavoro, dobbiamo concentrare le nostre attenzioni sui contenuti che la strategia della fiscalità differenziata offre ai territori che, insieme con le misure regionali di aiuti alle imprese, consentano di costruire un "Pacchetto Puglia" che sia competitivo sui mercati internazionali ed abbia la capacità di attrarre investimenti e nuovi insediamenti industriali".

I componenti del gruppo di lavoro della Zes Adriatica sono: il prof. Ugo Patroni Griffi, Presidente dell'autorità portuale di Bari-Brindisi, in qualità di coordinatore; l'avv. Davide Pellegrino e l'ing. Luigi Ranieri designati dal Comune di Bari; il dott. Donato Susca e l'avv. Rosa Di Pierro designati dalla Città Metropolitana di Bari; i Presidenti delle ASI di Bari, Brindisi e Foggia; Domenico De Bartolomeo, Presidente di Confindustria Puglia; il prof. Antonio Uricchio, Magnifico Rettore dell'Università di Bari, Aldo Moro; il prof. Eugenio Di Sciascio, Magnifico Rettore del Politecnico di Bari; il prof. Aldo Berlinguer: ordinario di diritto comparato presso l'Università di Cagliari; il Sen. Salvatore Tomaselli; Sandro Ambrosi presidente della Camera di Commercio di Bari; Alfredo Malcarne, Presidente della Camera di Commercio di Brindisi; i consiglieri regionali eletti delle province di Bari, Brindisi, Foggia e BAT.

Inoltre, al fine di individuare i più adeguati strumenti conoscitivi e valutativi degli effetti della Zona Economica Speciale per l'area di Taranto, coerenti con gli obiettivi legati agli interventi per la diversificazione del tessuto economico imprenditoriale, la giunta regionale ha integrato la costituzione del Gruppo di Lavoro effettuata con la DRG 899/2017, anche con la partecipazione del Presidente dell'ASI di Taranto, Costanzo Carrieri, il presidente di Confindustria Taranto, Vincenzo Cesareo e un rappresentante del Comune di Taranto. I nuovi componenti vanno ad aggiungersi al gruppo di lavoro per Taranto coordinato dal consigliere regionale Gianni Liviano, e che vede la partecipazione del prof. Antonio Uricchio, Magnifico Rettore dell'Università di Bari "Aldo Moro" (o suo delegato); il prof. Domenico Laforgia, direttore del dipartimento Sviluppo economico; il dr. Angelo Albanese, direttore del dipartimento risorse finanziarie; il dr. Aldo Patruno, direttore del dipartimento Cultura; il prof. Aldo Berlinguer, ordinario di diritto comparato presso l'Università di Cagliari; il prof. Giuliano Volpe, ordinario di Archeologia cristiana e medievale presso l'Università degli Studi di Foggia; il dr. Francesco Milella, consulente OCSE; il cav. Luigi Sportelli, Presidente della Camera di Commercio di Taranto (o suo delegato), l'avv. Sergio Prete, Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Jonio (o suo delegato) e l'avv. Maurizio D'Amico, Segretario Generale forum ZES di Ginevra.