Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Dal 15 al 18 luglio 2010 presso l’Università di Sofia (Bulgaria) si terrà la 1^ edizione di “Terra Madre Balcani”. Terra Madre è la rete lanciata da Slow Food nel 2004, a Torino, in occasione del primo incontro mondiale tra le comunità del cibo.


Terra Madre riunisce tutti coloro che fanno parte della filiera alimentare - piccoli produttori, cuochi, docenti universitari e giovani generazioni - per discutere di come migliorare il sistema alimentare e sostenere la produzione del cibo buono, pulito e giusto. La rete creata continua a crescere e consolidarsi. Negli anni si sono svolti meeting a livello nazionale in numerosi paesi quali Brasile, Tanzania, Olanda. Il 10 dicembre 2010, in occasione del Terra Madre Day, i nodi della rete mondiale hanno organizzato più di 1000 eventi, con oltre 100.000 persone coinvolte in 150 Paesi.

Terra Madre Balcani è il primo meeting che unisce comunità del cibo provenienti da più nazioni di una stessa regione. I paesi dei Balcani condividono tradizioni alimentari uniche e simili condizioni socio-economiche. Pertanto, la salvaguardia del loro patrimonio gastronomico esige sforzi comuni e tempestivi che vadano oltre i confini nazionali.

Slow Food e la rete di Terra Madre sono ben radicati nell’area balcanica e formano oggi un vasto network che conta oltre 500 soci, 9 Presìdi Slow Food, 47 comunità del cibo, 8 programmi di educazione alimentare e del gusto nelle scuole e 20 cuochi. Slow Food, inoltre, sostiene direttamente più di 20 progetti nell’area, realizzando e supportando molteplici attività, dalla tutela delle piccole produzioni di qualità in via di estinzione alla mappatura dei prodotti tradizionali locali, dalla promozione della filiera corta e delle economie locali alle iniziative di educazione sensoriale e del gusto.

La rete di Terra Madre Balcani si riunirà a Sofia, per discutere temi di comune interesse, confrontarsi, scambiare idee ed esperienze. Le conferenze e i workshop in programma tratteranno tematiche legate all’eco-gastronomia, alla produzione alimentare sostenibile, alla sensibilizzazione dei consumatori, coinvolgendo soprattutto i giovani, sviluppo del turismo rurale sostenibile, tutela e promozione del ricco patrimonio gastronomico dei Balcani. Parteciperanno oltre 160 delegati provenienti da 10 Paesi: Albania (10 delegati), Bosnia Erzegovina (25), Bulgaria (44), Croazia (8), Grecia (5) Kosovo (3), Macedonia (15), Romania ( 30), Serbia (8) e Turchia (12).

In contemporanea nel giardino botanico di Sofia sarà organizzato uno spazio espositivo aperto al pubblico dove i rappresentanti delle comunità del cibo offriranno in degustazione i loro prodotti. I visitatori potranno inoltre partecipare a una vasta gamma di attività gratuite: dalle degustazioni ai laboratori del gusto fino alle attività di educazione sensoriale destinate ai bambini e ai giovani, tra cui il percorso "Alle origini del gusto".

L'evento è organizzato dall'Associazione dei Convivium Slow Food in Bulgaria in collaborazione con Slow Food Internazionale, con il sostegno del Ministero bulgaro dell'Agricoltura, il Ministero dell'Ambiente e delle Acque, il Ministero dell'Istruzione, della Gioventù e della Scienza, il Comune di Sofia, il Giardino Botanico dell'Università di Sofia, e la Coalizione "Clean Food Fair Livelihood". Business Meetings Ltd sosterrà logisticamente l’organizzazione della manifestazione.

Per ulteriori informazioni: Terra Madre.

 

 

Fonte: Slowfood