Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Nell'ambito del Programma IPA, strumento di pre-adesione rivolto a Balcani occidentali e Turchia, è stato pubblicato un invito a presentare proposte relative allo sviluppo della società civile della Bosnia Erzegovina. Scadenza bando 30 luglio 2010.

Il documento della strategia di allargamento 2007 ha sottolineato l’importanza della società civile per il processo democratico e lo sviluppo verso l’integrazione europea. Esso ha riconosciuto che la società civile rimane ancora relativamente debole nella regione e che sono necessari ulteriori sforzi al fine di approfondire la libertà di associazione, creare quadri normativi e incentivi pubblici per lo sviluppo delle organizzazioni non governative. Il documento di strategia prevede ulteriori misure per promuovere lo sviluppo della società civile e il dialogo con il Programma IPA  - strumento di pre-adesione - come parte essenziale della messa a fuoco da dare alle questioni fondamentali relative alla costruzione dello stato, buongoverno e le riforme socio-economiche, al fine di rispondere alle sfide del processo di allargamento dell'Ue.

L’obiettivo globale è contribuire alla stabilizzazione democratica, la riconciliazione e l’ulteriore sviluppo della Bosnia-Erzegovina attraverso il rafforzamento della società civile nel partecipare alla decisione e ai processi decisionali a tutti i livelli di governo e in tutti i settori della governance. L’obiettivo specifico, invece, è stimolare e rafforzare la questione in base alle reti di OSC, la cooperazione, lo scambio di conoscenze ed esperienze tra loro al fine di diventare il partner più forte nel dialogo con le autorità governative.

Per approfondimenti sul bando, sito web Commissione europea.

Fonte: P.O.R.E. - Progetto Opportunità delle Regioni in Europa.