Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Martedì 19 luglio nella sede romana della Rappresentanza in Italia della Commissione europea (sala Lorenzo Natali alle ore 11.00) si terrà la presentazione del nuovo bando annuale nell'ambito del VII Programma Quadro dell'UE per dare la possibilità a tutti gli interessati di avere più dettagli sui settori che saranno coinvolti, nonché sulle best practices italiane. Si tratta della prima call for proposals dopo l'adozione l'anno scorso dell'iniziativa "Innovation Union".


Uno degli obiettivi primari del Programma Quadro è ottenere una maggiore integrazione tra ricerca e innovazione. In questo contesto, una particolare attenzione è stata rivolta alle piccole e medie imprese. L'UE finanzia attualmente il più grande programma comune di ricerca del pianeta, il VII Programma quadro, con un budget di più di 53 miliardi di euro per il periodo 2007-2013. Di recente, gli Stati Membri hanno posto la ricerca e l'innovazione in cima all'agenda politica, adottando la strategia Europa 2020.

L'iniziativa "Innovation Union", che ne è parte integrante, punta sull'innovazione quale elemento chiave dei piani di investimento in crescita sostenibile e occupazione. Nell'ottica di dare continuità al cammino già intrapreso, il 29 giugno scorso la Commissione ha proposto un incremento sostanziale del 46% dei fondi destinati alla ricerca e l'innovazione nel prossimo quadro finanziario pluriennale 2014-2020. Il nuovo programma "Horizion 2020" che partirà nel 2014 intende inoltre incentivare e semplificare l'accesso a finanziamenti in questi settori vitali.

 

Fonte: Sistema Puglia