Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Fino al 25 febbraio 2012 sono aperte le iscrizioni per partecipare al corso gratuito "Governance locale e Unione europea", destinato agli amministratori locali under 45 di Comuni e Province italiane. Giunto alla 4^ edizione, il corso è organizzato dal Progetto Opportunità delle Regioni in Europa – P.O.R.E. (Presidenza del Consiglio dei Ministri) in collaborazione con il Dipartimento di Istituzioni pubbliche Economia e Società dell'Università degli Studi di "Roma Tre" e con il supporto di Anci ed Upi.


Si tratta della prima attività di formazione nel panorama nazionale, destinata specificamente al livello politico-istituzionale delle autonomie locali riguardante l'Unione europea. Il corso sarà inaugurato il 22 marzo 2012 con un seminario su "Il mercato unico europeo tra due crisi: stabilità  finanziaria e legittimazione democratica". Il programma didattico prevede 98 ore d'aula, con lezioni il giovedì e il venerdì, svolte a Roma presso la facoltà di Scienze Politiche dell'Università ed uno stage finale di tre giorni presso le istituzioni comunitarie a Bruxelles.

L'obiettivo del corso è quello di approfondire le competenze degli amministratori locali sul quadro di insieme della partecipazione delle autonomie locali alle dinamiche istituzionali e decisionali dell'ordinamento europeo e, in particolare, conoscenze relative all'impianto istituzionale dell'Unione europea, alle principali ricadute sul sistema amministrativo locale del diritto europeo, ai rapporti tra UE ed enti locali, alle principali politiche europee e ai programmi e ai sistemi di finanziamento europei, specificatamente con riguardo ai fondi a gestione diretta.

Quest'anno, in particolare, si rafforzerà il modulo sulla politica regionale europea in vista del nuovo Quadro finanziario dell'Ue per la programmazione 2014-2020. Considerato il grande interesse dei partecipanti delle passate edizioni - circa 400 gli amministratori formati finora - prosegue la formula di dedicare un cospicuo numero di lezioni ai programmi settoriali ed ai laboratori di progettazione. Questo in linea anche con quanto fatto dal P.O.R.E. negli ultimi mesi, in particolare attraverso la Piattaforma web 2.0 "Progetto Opera"  e la creazione di una Community di più di 1000 utenti interessati all'europrogettazione, molti dei quali hanno partecipato a corsi organizzati dal PORE, che sanno di poter contare su servizi realizzati per migliorare la capacità di scrivere e gestire un progetto europeo, cercare partner, con la possibilità di dialogare direttamente con esperti del P.O.R.E. attraverso la chat settimanale "Il PORE risponde".

Per tutte le informazioni consultare il sito di riferimento Pore.gov.it