Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

“Abbiamo valutato nel complesso positivamente la bozza di accordo raggiunto col ministro per la Coesione territoriale Carlo Trigilia. Proporremo al Ministro alcune puntualizzazioni ma il quadro dell'accordo c'è”. Questo il commento del Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, al termine della seduta straordinaria sulla nuova programmazione dei Fondi Ue.

“Può ora partire il lavoro di concretizzazione della programmazione che ci consentirà di rispondere in tempi adeguati alle scadenze dell'Unione europea”, ha aggiunto Errani e, riferendosi alla bozza di intesa sui fondi UE ha riferito che è stato trovato “un punto di equilibrio complessivo tra Centro-Nord, Sud e Regioni in transizione”.

Riguardo alle risorse per i programmi regionali, Errani ha sottolineato che "c'è un equilibrio con i programmi operativi nazionali diversificato tra centro-nord e centro-sud. E c'è un impegno del Governo a costruire insieme i programmi operativi nazionali (PON) per fare in modo che le politiche strutturali e dei fondi strutturali siano integrate ossia siano politiche per il Paese a partire dalla valorizzazione del territorio”.

Riguardo alle direttrici su cui saranno convogliate le risorse, Errani ha detto che “la strategia è quella disegnata dalla UE”. Il riparto delle risorse europee tra le differenti regioni sarà limato in un secondo momento: “una volta fatto il quadro, inizieremo la discussione", ha concluso a tal proposito.