Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Eletto a Bruxelles il nuovo presidente del Gruppo interregionale Adriatico-Ionico del Comitato delle Regioni. Paolo Di Laura Frattura, Presidente della Regione Molise, prende il posto del greco Apostolos Katsifaras. “Il Gruppo interregionale è l’articolazione del Comitato delle Regioni deputato alle politiche europee rivolte all'area Adriatico-Ionica. Tra gli impegni principali: l’attuazione della Eusair, la Strategia dell'Unione Europea per la Regione Adriatico-Ionica”.

Nello specifico, il Gruppo interregionale rappresenta le Regioni e le Città in seno al Governing Board della Eusair e dialoga direttamente con la Commissione europea, il Parlamento europeo e i Governi per la predisposizione di programmi, pareri e piani operativi dei territori coinvolti.

“Ringrazio tutti i componenti del Comitato delle Regioni, membri del Gruppo interregionale, per la fiducia accordatami – ha commentato Di Laura Frattura a Bruxelles, in apertura dei lavori che ha presidiato subito dopo l’elezione – In questa elezione riconosciamo l’attestato che premia il lavoro svolto sui diversi tavoli e con diversi ruoli dalla Regione Molise negli ultimi dieci anni ed è la dimostrazione di come anche una piccola Regione può ritagliarsi un importante spazio nello scenario internazionale”.

“Convoglieremo – ha proseguito – tutte le nostre energie affinché le azioni di coordinamento tra Istituzioni europee, nazionali e locali si trasformino in proposte progettuali tangibili, innovative e sostenibili per lo sviluppo dell’area in questione. Lo faremo seguendo le indicazioni già tracciate da chi mi ha preceduto in questo incarico, il presidente Apostolos Katsifaras cui va il nostro riconoscimento per l’impegno profuso”.

Approfondimenti: Strategia Macroregionale Adriatico – Ionica (EUSAIR)