Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Un premio e un diploma ai 28 vincitori del concorso annuale di traduzione Juvenes Translatores, organizzato dalla Commissione europea. Gli studenti di scuola secondaria, uno per ciascuno Stato membro, hanno gareggiato con oltre 3300 coetanei da 744 scuole del continente, traducendo un testo di una pagina sul 60° anniversario dell'Unione europea.

Tre studenti di Torino e tre studenti di Rimini, invece, sono i vincitori della selezione italiana del concorso europeo “I giovani e le scienze”, promosso dalla Direzione Generale Ricerca della Commissione Europea e organizzato in Italia da FAST-Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche. I giovani studenti parteciperanno a EUCYS – European Union Contest for Young Scientists, la finale del concorso dell’Unione Europea dei giovani scienziati che si terrà quest’anno a Dublino dal 14 al 19 settembre 2018.

I partecipanti di Juvenes Translatores, in particolare, potevano tradurre da e verso una coppia di lingue a scelta tra le 24 lingue ufficiali dell'UE, per un totale di 552 combinazioni possibili. Quest'anno, le combinazioni linguistiche scelte sono state 144, comprese polacco-finlandese e ceco-greco. Tutti i vincitori hanno scelto di tradurre nella lingua che conoscono meglio o nella madrelingua, come fanno i traduttori delle istituzioni UE. Le traduzioni sono state corrette dai traduttori della Commissione europea. Dal 2007 ogni anno la direzione generale della Traduzione della Commissione europea organizza Juvenes Translatores, un concorso che premia i migliori giovani traduttori dell'UE, con l'obiettivo di promuovere l'apprendimento delle lingue nelle scuole e di consentire ai giovani di provare che cosa significa essere un traduttore.

Le invenzioni 2018 degli italiani partecipanti al concorso “I giovani e le scienze”, invece, sono state presentate a Milano nel corso di una mostra aperta al pubblico. Queste includevano un’innovativa applicazione per ipovedenti; un’app per ridurre lo spreco alimentare; un sistema di sensori per la schiena che sostituisce il busto; un alimentatore mobile per creare aule di informatica più sicure e attrezzate; uno stent pericardico che riduce i problemi post-operatori; un sistema per monitorare la salute delle piante e molto altro ancora. In 30 anni di edizioni, il concorso “I giovani e le scienze” ha visto la partecipazione di 5412 ragazze e ragazzi italiani e la presentazione di 2401 progetti, con ben 867 lavori selezionati per le finali. Quest’anno la selezione italiana del concorso ha lanciato anche il “Forum Giovani Scienziati”: una nuova idea di sinergia tra i nuovi partecipanti al concorso e quelli delle passate edizioni, per formare una vera community di cervelli di qualità per collaborare a temi di ricerca e innovazione.

Approfondimenti
- Juvenes Translatores
- Giovani e scienze 2018