Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si è tenuto a Bari il Focus Group territoriale sul Mainstreaming, il primo degli incontri coordinati da ERVET/Regione Emilia-Romagna in qualità di National Contact Point e responsabile del Piano di Comunicazione del Programma transnazionale Mediterraneo 2014-2020. Al via, dunque, un vero e proprio laboratorio di approfondimento sulla capacità di integrazione dei risultati dei progetti di Cooperazione Territoriale Europea (in particolare MED e relativi a tutta l’area mediterranea) nella programmazione mainstream e, più in generale, sulla capacità dei progetti di CTE di influenzare il quadro programmatorio regionale.

Creare momenti di scambio tra le Autorità di gestione POR FESR e FSE e i coordinamenti regionali dei Programmi di CTE interessati, identificare esperienze significative, sviluppare ipotesi e piste di lavoro utili a contribuire al dibattito che si aprirà sulla prossima programmazione post 2020: questi gli obiettivi dei Focus Group. È così che si prevede di migliorare le capacità progettuali, avviare azioni di capitalizzazione e aggiornare la governance nazionale multilivello.

All’incontro interattivo e proficuo svoltosi a Bari hanno partecipato rappresentanti del Ministero degli Affari Esteri, dell'Agenzia di Coesione Territoriale, delle regioni Campania, Abruzzo, Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Valle d'Aosta, Emilia Romagna e Liguria. Presenti per la Puglia i rappresentanti delle Autorità di Gestione dei Programmi IPA CBC Italia-Albania-Montenegro, POR FESR/FSE, ed il Coordinatore del JS del Programma Grecia-Italia.

I lavori della giornata, aperti da Claudio Polignano del Coordinamento delle Politiche Internazionali della Regione Puglia e conclusi dal Dirigente della Sezione Cooperazione Territoriale Giuseppe Rubino, hanno condotto ad un’accurata analisi di buone prassi di Emilia Romagna, Valle D'Aosta e Puglia, con interessanti spunti di riflessione di Rita Fioresi di Ervet e Michele Colavito con Viviana Russo dell'Agenzia di Coesione Territoriale.  

Seguiranno altri tre tavoli di confronto, uno entro fine anno ed altri due nel 2019, occasioni per dialogare  su progetti che integrano i risultati dei progetti di CTE dell’area Mediterranea ed Adriatico Ionica, ma anche su progetti di CTE che capitalizzano output e risultati. Previsto a fine 2019, inoltre, un evento nazionale sul mainstreaming, aperto ad un pubblico ampio, a restituzione degli esiti dei lavori sviluppati dai Focus group Territoriali ed utile ad orientare la capacità progettuale dei beneficiari, soprattutto in vista della futura programmazione.