Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Le Province di Bari, Brindisi e Lecce nell’ambito della 7/a edizione della Fiera del Levante di Tirana hanno presentato il progetto ’Twr - Reference Net’, che - informa un comunicato della Provincia - rientra nel quadro della «più ampia cooperazione che il presidente della Provincia di Bari Enzo Divella e il vicepresidente Enzo Lavarra stanno sostenendo e che trovano puntuale riferimento nel protocollo d’intesa sottoscritto con le Province di Brindisi e Lecce il 31 gennaio scorso». Il progetto ’Twr (Reference net’ è nell’ambito del protocollo di cooperazione ’Interreg III’, riguardante la costituzione di una rete per la valorizzazione delle zone umide. La Provincia di Bari è, tra l’altro, capofila per il progetto Puglia-Albania «Comunità e culture in rete», approvato con delibera di Giunta. Il progetto prevede un budget di 787.000 euro per la valorizzazione delle culture tradizionali e moderne, attività teatrali, letteratura e cinema albanese, danza, musica, elementi linguistici e gastronomici. Nei giorni scorsi, inoltre, sempre nell’ambito del Programma Interreg III A Italia Albania, la Provincia di Bari ha presentato un progetto integrato per la valorizzazione delle produzioni tipiche locali, denominato ’Print’, candidando come soggetto capofila il centro di ricerca e sperimentazione in agricoltura ’Basile-Caramia' di Locorotondo, di cui la stessa Provincia è socio fondatore. Entrambi i progetti si avvalgono di un articolato partenariato che, oltre alle tre Province pugliesi eleggibili e alle omologhe istituzioni albanesi, coinvolge soggetti pubblici e privati, fra i quali le Università di Bari e Lecce, il Politecnico e l’Istituto Agronomico Mediterraneo.

Fonte: Gazzetta on the web