Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

La fondazione di un'euroregione comprendente tutte le regioni balcaniche e italiane che si affacciano sul Mar Adriatico, per favorire l'ingresso nell'Ue dei paesi dei Balcani occidentali. E' questo uno degli obiettivi delle conferenza internazionale che si terrà a Venezia il prossimo 6 febbraio e alla quale parteciperanno rappresentanti delle istituzioni europee, dei governi e delle regioni coinvolte nell'iniziativa. L'idea di un'euroregione adriatica è stata istituzionalizzata con una conferenza svolta a Termoli (Molise) nel novembre del 2004, nella quale i rappresentanti regionali presenti hanno firmato un protocollo per la creazione di tale entità. La conferenza di Venezia dovrebbe formalizzare la nascita dell'euroregione e punta inoltre a promuovere la cooperazione tra le regioni dell'area in modo da integrare gradualmente gli stati balcanici nell'Ue. Il Consiglio d'Europa e la regione Veneto hanno organizzato questo incontro al quale è prevista la partecipazione di numerose autorità europee, italiane, croate, albanesi, della Bosnia Erzegovina e della Serbia Montenegro.

Fonte: Ansamed