Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Il governo italiano ha annunciato che riaprirà i progetti di cooperazione che prevedono la concessione a favore dell’Albania di prestiti con un basso tasso d’interesse per un totale di 73 milioni di euro. I rappresentanti italiani a Tirana hanno specificato che erano i sette progetti di cooperazione allo sviluppo nei settori delle infrastrutture e dell’energia approvati. Questi fondi sono stati definiti nell’ambito del programma di cooperazione economica 2002-2004; tuttavia la loro implementazione era stata posposta per delle dispute tra i due Paesi. Secondo quanto riportato da Albanian Economy News, l’anno scorso tutti i programmi di auto finanziati dall’Italia a favore dell’Albania sarebbero stati ufficiosamente sospesi per pressione su Tirana al fine di ottenere il voto albanese in sede ONU nell’ambito del processo di riforma. Il monopolio albanese dell’energia ha dichiarato che i progetti finanziati dall’Italia, dal costo complessivo di 51.5 milioni di euro, sono di importanza vitale per risolvere le crisi energetiche in Albania.

Fonte: Informest