Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Secondo una recente indagine dell' Abi, dall'Italia ogni anno ci sono 5 miliardi di euro di rimesse verso l'estero: la meta' attraverso i circuiti tradizionali, le banche e le poste; l'altra meta' attraverso circuiti informali. Molte di queste rimesse partono dalla Puglia verso l'Albania e i Paesi dell'est: per questo Regione Puglia e Banca mondiale organizzano per il 3 e 4 marzo prossimi a Bari una conferenza internazionale dal titolo: 'Le rimesse: un' opportunita' per la crescita-Il caso degli immigrati albanesi in Italia''. All'evento e' annunciata la presenza di personalita' politiche albanesi, guidate dal presidente Sali Berisha, di rappresentanti del sistema bancario albanese, italiano e americano. Il problema delle rimesse e' di grande rilevanza per la Regione Puglia proprio per l'elevato numero di immigrati albanesi presenti sul territorio. L'impegno sul cosiddetto 'Corridoio di Rimesse' italo-albanese fa parte di un piu' ampio studio della Banca mondiale che considera queste come flusso di risorse finanziarie da trasmettere in maniera trasparente, sottraendole ad ogni forma di sfruttamento. Le rimesse sono uno strumento finanziario da incanalare nel normale sistema bancario, in modo da renderle disponibili al paese di origine degli immigrati come risorsa per la crescita e lo sviluppo sociale di quei territori. La conferenza - secondo una nota della Regione Puglia - offrira' suggerimenti per un 'Piano d'azione' a cura di 'Convergence', lo specifico programma in atto presso la Banca mondiale, con il compito di assistere soggetti finanziari pubblici e privati delle democrazie emergenti dell'Europa orientale nella regolamentazione dei mercati finanziari.

Fonte: Ansa Balcani