Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Un accordo di collaborazione tra la Regione Puglia e il Ministero dell'Economia della Repubblica albanese e' stato siglato sabato alla presenza del presidente del consiglio Silvio Berlusconi e del primo ministro albanese Fatos Nano. L'intesa e' stata firmata dal presidente della Regione, Raffaele Fitto, e dal ministro albanese per l' economia, Arben Malaj. Erano presenti, insieme con Berlusconi e Fatos Nano, il ministro albanese per i trasporti e le telecomunicazioni, Spartak Poci, l'ambasciatore italiano a Tirana, Attilio Massimo Iannucci, e rappresentanti del Corpo Consolare albanese. Le firme sono state apposte nel padiglione della Regione Puglia, nel quartiere della Fiera del Levante, al termine della cerimonia di inaugurazione della 67ma edizione della rassegna. L'accordo concretizza l'intesa piu' generale di collaborazione tra Italia e Albania e ha come obiettivi lo sviluppo del territorio e soprattutto delle infrastrutture con la realizzazione del 'Corridoio 8'. Un' intesa voluta - e' sottolineato nello stesso documento - 'per rinnovare e consolidare gli antichi rapporti di amicizia esistenti tra le due comunità' e per 'attivare l'intesa bilaterale sottoscritta tra Italia e Albania il 9 Aprile 2002, anche attraverso specifiche peculiarita' tra la Albania stessa e la Regione Puglia'. Ci saranno quindi maggiori opportunita' per sviluppare ed approfondire ulteriormente la collaborazione in tutti i settori, di attivare i processi di integrazione tra le due sponde dell'Adriatico e favorire l'adesione dell'Albania all'Unione Europea. Nel corso del suo intervento alla cerimonia di inaugurazione della Fiera, Fitto aveva gia' sottolineato l' importanza del Corridoio 8: 'E' il principale veicolo - aveva detto, sollecitando Berlusconi all'impegno per la sua realizzazione - per integrare le culture dell' occidente con quelle dell' Est e del bacino del Mediterraneo, attraverso il commercio, il dialogo e la comunicazione'. Per Fitto, in particolare, 'e' necessario oggi investire ogni energia per rendere attuale la realizzazione del Corridoio, per evitare che il lavoro comune, svolto in questi anni con il governo albanese ed altri paesi dell' area balcanica, sia penalizzato'. Al termine dell' incontro il presidente Fatos Nano si e' detto soddisfatto per l'intesa siglata e, riferendosi alle parole di Berlusconi nella sala della Fiera del Levante, ha detto: 'Per me sono stimoli e incentivi giusti per attivare meglio le risorse che sono a disposizione'.

Fonte: Informest