Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

E’ giunta a termine la terza edizione del terzo forum delle Camere di Commercio dell'Adriatico e dello Ionio, che ha avuto luogo a Budva Becici, in Montenegro. L’incontro, dedicato alla cooperazione tra i Paesi che si affacciano sui due mari, ha offerto diverse proposte che interessano la macro regione adriatico-ionica: turismo, agricoltura, pesca e acquacoltura, imprenditoria femminile e ambiente. Sono state 29 le Camere di Commercio e dell'Economia dei sette Paesi aderenti al Forum, la cui vice presidenza e' affidata quest'anno all' ente camerale di Ancona, rappresentato dal presidente Giampaolo Giampaoli. Al centro dei lavori del forum anche il problema dell' ammodernamento delle flotte pescherecce, l' attività dell'Osservatorio sui Traffici Marittimi dell'Area Adriatico Ionica, le questioni legate alla tracciabilità dei prodotti agricoli nei Balcani e alla loro commercializzazione, la necessità di una mappatura delle imprese femminili presenti nell' area adriatico-ionica, la tutela delle coste e le opportunità economiche offerte dal diportismo.

Fonte: Informest