Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Favorire nelle comunita' locali dell'area adriatico-balcanica processi di conoscenza e di integrazione: e' uno degli obiettivi che si pone l' accordo di collaborazione siglato tra la Regione Puglia e la rubrica nazionale della Rai Tgr 'Levante', curata dalla redazione di Bari. I contenuti della convenzione sono stati illustrati oggi in un incontro con i giornalisti nella sede della presidenza della Regione, a Bari, dal presidente dell'ente regionale, Nichi Vendola, dal direttore della Rai Tgr, Angela Buttiglione, dai curatori della rubrica, Giancarlo Spadoni, capo redattore della sede Rai di Bari, e Pino Bruno e dal dirigente del settore comunicazione istituzionale della Regione Puglia, Enzo Ligori. '''Levante' - ha detto Vendola - e' un autentico gioiello, frutto di una scelta lungimirante del mio predecessore e nessuno di noi poteva concedersi il lusso di scheggiare o buttare via questo gioiello''. Il presidente della Regione ha anche sottolineato che la rubrica ''e' un vettore per la realizzazione'' del programma della sua amministrazione.

''I Balcani - ha ricordato Vendola - sono la cerniera che unisce Occidente ed Oriente, sono oggi la partita fondamentale che giochiamo'': in un' ottica di Europa - ha aggiunto - ''gli scambi delle reciprocita' e delle conoscenze sono decisivi''. 'Levante' - ha evidenziato Buttiglione - insieme con la trasmissione 'Est-Ovest', confezionata a Trieste, parte dalla 'necessita' assoluta che abbiamo di conoscerci'' e anche ''di raccontare l' Italia senza lustrini, cosi' com' e', per costruire un dialogo''. Anche perche' ''il futuro dell' informazione - secondo Buttiglione - sara' quello della informazione globale e anche della informazione locale''. Da parte della Regione Puglia, questo e' certo, c'e' - ha sottolineato Liguori - la volonta' di ''essere presente nel Mediterraneo'' e fare in modo che ''una popolazione sempre piu' ampia conosca l' attivita' istituzionale della Regione''. E l' apporto della Regione, nel confezionare 'Levante' e' stato - ha detto Spadoni - non solo di tipo economico (l' importo della convenzione e' di 150.000,00 euro) ma anche ''di tipo ideativo''. Una trasmissione che, comunque, - ha detto Bruno - ''ha cercato soprattutto di intercettare anche le numerose domande che vengono dai Balcani''.

Fonte: Ansa Balcani