Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Dal 1 al 12 giugno Ancona ospiterà l’Adrion 2006, la prima esercitazione congiunta tra le Marine militari di Albania, Croazia, Grecia, Italia, Serbia-Montenegro e Slovenia. L’iniziativa rientra nell’ambito di un progetto di cooperazione multilaterale nato in seno alla Conferenza interministeriale di Ancona del 2000 sulla sicurezza e lo sviluppo dei Paesi della regione Ionico-Adriatica (da cui il nome “Adrion”), al termine della quale i ministri degli Affari Esteri delle nazioni partecipanti hanno siglato la “Dichiarazione di Ancona”. Con questo atto, ufficializzato alla presenza dei rappresentanti della Commissione europea, è stata dichiarata, da parte dei Paesi rivieraschi, la comune volontà di sviluppare la cooperazione regionale per garantire la sicurezza e la stabilità politico – economica dell’area. Sono numerose le attività previste nell’ambito del programma di Adrion. Si svolgeranno in porto e in mare, ma coinvolgeranno anche la città di Ancona, grazie alla stretta collaborazione con le autorità e le istituzioni cittadine, in particolare la Regione Marche. Dal 1 al 4 giugno è previsto l’arrivo delle unità navali.A rappresentare l’Italia sarà l’innovativa Corvetta di concezione Stealth, “Comandante Bettica”, dotata dei più sofisticati sensori e sistemi di difesa. Sarà anche sede della cerimonia di “attivazione” dell’esercitazione, che avrà ufficialmente inizio il 5 giugno e si svilupperà in un ampio settore dell’Adriatico.Mercoledì 7 giugno, alla Loggia dei Mercanti, la Regione promuove un convegno sul tema: “Adriatico e Mediterraneo: margine dell’Europa”. Le questioni da affrontare riguarderanno limiti, potenzialità e ruoli dell’euroregione adriatica. Al dibattito prenderanno parte le massime autorità della regione, assieme ai relatori dei Paesi partecipanti all’esercitazione Adrion.In collaborazione con la Regione Marche (presso la Sala Sant’Agostino, dal 6 al 15 giugno) la Marina militare italiana allestirà, inoltre, una mostra di modellismo navale e di reperti storici del Museo navale di Venezia che, per l’occasione esporrà, dei cimeli unici. A coronare l’esposizione, giungeranno, da ogni parte della regione, oltre 50 dettagliatissime riproduzioni di unità militari, frutto del paziente lavoro dei più appassionati modellisti marchigiani. Imperdibile anche l’appuntamento della serata dell’8 giugno: con la collaborazione della Provincia e del Comune di Ancona, la banda centrale della Marina militare – uno dei più antichi complessi bandistici italiani – si esibirà al Teatro delle Muse, in un concerto che si preannuncia ricco di suggestioni. La mattina del 9 giugno verrà, infine, celebrata la tradizionale Festa della Marina presso il Molo Wojtyla che coinciderà con la cerimonia di chiusura dell’esercitazione Adrion 2006. All’Adrion 2006 la Regione Marche e la Marina militare attribuiscono grande importanza, anche per il ruolo e le prospettive di sviluppo del porto, della città di Ancona e della comunità regionale, per la quale questa opportunità rappresenta un’occasione privilegiata per rafforzare ulteriormente i naturali e storici legami con gli altri Paesi che si affacciano sull’Adriatico.

di Chiara Coletti

Fonte: Go Marche