Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Laboratori di musica e teatro, fiabe, marionette, scorribande letterarie, teatrali, artistiche. Passa anche attraverso questi canali la cooperazione tra Puglia e Albania che in questo caso ha l'intento ambizioso di arrivare ad una compagnia teatrale e ad una associazione culturale comuni. Questo obiettivo viene perseguito attraverso il progetto ''Pugli@albania'' che da marzo scorso sino al 2007 ha ''messo in rete'' le province di Bari, Brindisi e Lecce, l'Unioncamere, i poli bibliotecari, le Universita', il Teatro pubblico pugliese, le compagnie teatrali Abeliano, la Differance e Granteatrino casa di Pulcinella con un finanziamento dell'Interreg III A Italia -Albania di 787mila euro. Anche le tre Province hanno contribuito con 33mila euro in risorse umane. Il progetto e' stato presentato oggi dal console di Albania, Arjan Vasjari, secondo cui si tratta di una ''fase di vera collaborazione dopo l'aiuto ed il paternalismo; perche' non si perda quell'affetto particolare che il popolo albanese nutre da sempre nei confronti dell'Italia e degli italiani''. ''L'Europa e' un po' stanca - ha aggiunto - dei Paesi al di fuori della comunita' ma in Albania c'e' tanto da fare e da scoprire e progetti come questo devono essere resi pubblici perche' tutti devono esserne informati''. All'incontro ha partecipato anche il presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Carmelo Grassi, secondo cui ''nonostante le ristrettezze ed i tagli preannunciati al Fondo unico dello spettacolo abbiamo aderito al progetto convinti che tutte le occasioni europee vadano sfruttate per creare una rete''. ''Rete - ha precisato l'assessore alle politiche comunitarie della Provincia di Bari, Vincenzo Caldarone - che, passando per il linguaggio non codificato delle arti, celebri quelle differenze che esaltano ognuno dei soggetti e dei popoli che ne fanno parte''. Per ''Pugli@lbania'', inoltre, il Granteatrino di Paolo Comentale lavora con il teatro delle marionette di Tirana ad una messa in scena delle Fiabe albanesi soprattutto per i bambini albanesi ospedalizzati in Puglia. Vito Signorile dell' Abeliano ha creato insieme al musicista Roberto Ottaviano il laboratorio Orizzonti per allievi attori e musicisti albanesi nella casa della cultura di Berat. Elvira Maizzani de ''La differance'' guarda ad uno ''spiraglio albanese'' per un laboratorio mix di lingua albanese-italiano prologo di una performance. E nell'incontro e' stata lanciata anche l'idea di una emittente che da Bari trasmetta in lingua albanese.

Fonte: Ansa Balcani