Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Si è svolta presso la Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Foggia, nell’ambito delle iniziative promosse dall’Unione Europea, la cerimonia conclusiva del 1° corso di formazione congiunta delle Polizie italiana e albanese. L’iniziativa, che si inserisce nel quadro del Pic Interreg III A Italia–Albania, è volta a porre in essere interventi all’interno delle aree portuali di Bari, Monopoli (BA), Otranto (LE) e Valona, nel territorio albanese, per l’innalzamento degli standard di sicurezza delle stesse, al fine di rafforzare i profili della prevenzione dell´illegalità, del contrabbando e dei traffici illeciti e ridurre i tempi d´intervento delle Forze di Polizia."Il progetto, finanziato dalla Regione Puglia", come ha ricordato Giovanna Iurato, Direttore dell’Ufficio Contratti e Forniture della Direzione Centrale dei Servizi Tecnico Logistici e della Gestione Patrimoniale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, "prevede lo sviluppo e l´implementazione di un sistema moderno, evoluto, in tecnologia Wi-Max a larga banda per il monitoraggio e il controllo delle acque e delle zone portuali attraverso la costituzione e il costante aggiornamento di un patrimonio informativo condiviso e veloce"."L’intento", ha proseguito la Iurato, "è di prevenire quanto più possibile ogni tipo di azione illegale e di rilevanza penale. La formazione delle Forze di Polizia italiane e della Polizia albanese è volta a favorire ogni possibile forma di interazione del personale, facilitando la comprensione delle rispettive condizioni operative e la diffusione di una cultura comune in tema di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica in entrambi i Paesi".

Fonte: Aise