Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

"Un grande evento concreto di pace nel Mediterraneo": così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha definito Mediterre, la fiera dei Parchi del Mediterraneo che si terrà dal 27 settembre al primo ottobre nella Fiera del Levante di Bari. L'iniziativa - alla quale parteciperanno ministri italiani e numerose delegazioni e istituzioni estere, comprese quelle del Libano, di Israele e della Palestina - sarà inaugurata dal Ministro dell'Ambiente Pecoraro Scanio e il 30 settembre ospiterà il Presidente della Camera Fausto Bertinotti. Sempre il 30 diversi esponenti istituzionali dei Paesi del Mediterraneo firmeranno il protocollo per il la costituzione del Comitato promotore della Federazione dei Parchi del Mediterraneo che si occuperà di programmazione e indirizzo nella gestione delle aree protette. La quinta edizione della Fiera dei Parchi del Mediterraneo, promossa dalla Regione Puglia e Federparchi, ha ottenuto il patronato della Commissione europea per l'Ambiente e avrà come tema "Il confine che unisce": incontri, dibattiti, degustazioni, mostre, concerti e un laboratorio didattico per i ragazzi delle scuole. Ieri, in conferenza stampa, Vendola ha annunciato gli eventi insieme al Presidente di Federparchi, Matteo Fusilli, gli assessori regionali Losappio (Ambiente), Godelli (Mediterraneo) e Lomelo (Diritto allo Studio), il Presidente della Fiera Luigi Lobuono, il direttore dello Iam Cosimo Lacirignola, il presidente della Provincia di Bari Enzo Divella e l'assessore all'ambiente di Bari Maria Maugeri. "Mediterre - ha detto Vendola - avrà protagonisti del Mediterraneo importanti, autorità di governo che vengono dal Libano, dalla Siria, interlocutori palestinesi e israeliani". Mediterre, ha aggiunto Fusilli "avrà 80 contenitori importanti e sarà una grande festa della conoscenza, dell'incontro e dell'incrocio tra culture e popoli". Saranno presenti delegazioni di Albania, Cipro, Croazia, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Libia, Siria, Marocco, Palestina, Serbia, Slovenia, Spagna, Tunisia, Turchia. Domenica 24 settembre inoltre è stata organizzata a Bari una giornata senza auto, di musica e arte diffusa in sei luoghi diversi del centro cittadino. Oltre al progetto di "creare un parco della Pace dentro il parco della Murgia" al posto delle servitù militari, Vendola ha annunciato che "la Puglia si candida ad essere il territorio italiano più interessato alla ricostruzione del Libano", con progetti che saranno illustrati il 28 settembre, tra i quali la costituzione di un Parco lungo il fiume Litani, il fiume principale del Libano che sfocia a quattro chilometri da Israele e che è uno dei luoghi dei maggiori conflitti. Inoltre, con lo Iam si stanno studiando aiuti ai coltivatori albanesi, impossibilitati a entrare nei campi per la presenza di esplosivi sganciati dalle bombe.

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno (pag. 12)