Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Un Centro di Documentazione del patrimonio artistico ed architettonico di età bizantina sorgerà all’interno del complesso abbaziale di S. Maria a Cerrate. La Provincia di Lecce, infatti, ha aderito al progetto "ByHeriNet" (Bizantine Heritage Network: Rehabilitation, highlighting and management in the Easten Mediterranean Basin – Rete del Patrimonio Culturale Bizantino: recupero, valorizzazione e gestione nel bacino del Mediterraneo Orientale), presentato dalla Regione Basilicata nell’ambito del programma di iniziativa Comunitaria INTERREG III B "ARCHIMED". Il Progetto ha come obiettivo la realizzazione di un network finalizzato alla valorizzazione e gestione integrata del patrimonio culturale bizantino nel Bacino del Mediterraneo Orientale. Capofila del progetto “ByHeriNet” è la regione Basilicata, mentre gli altri partner oltre alla Provincia di Lecce sono il CNR-IBAM, l’Università di Atene, la Prefettura di Rethmnon (Creta) e l’Università di Cipro. Il progetto “ByHeriNet” è finanziato con un budget di 1.075.000 euro di cui 637.500 euro di fondi FESR e 437.500 di cofinanziamento nazionale. Rispetto a tale importo alla Provincia di Lecce sono destinati 185.000 euro, di cui il 50% finanziato con fondi strutturali ed il 50% garantito dal cofinanziamento nazionale.

Fonte: Sudnews