Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Stanno arrivando dall' Albania le prime richieste di adesione alla Camera legale appulo-albanese da parte di avvocati del Paese delle Aquile, costituita a Bari nelle scorse settimane. Lo rende noto un comunicato del presidente della Camera legale appulo-albanese, avvocato Adriana Cimmino. Fra le richieste da Tirana spicca quella di Arben Rakipi, che e' stato procuratore generale della Repubblica di Albania per un lungo periodo, distinguendosi - informa la nota - per l'impulso dato al suo Ufficio nel contrasto al crimine organizzato transnazionale e alla corruzione degli apparati amministrativi del suo Paese, lavorando a stretto contatto con le magistrature di tutta Europa. Dopo aver lasciato l' incarico, ha preso ad esercitare la professione legale nei settori del diritto civile e commerciale, e ad espletare attivita' di insegnamento nella scuola superiore della magistratura albanese. ''La richiesta di adesione proveniente dalla Repubblica di Albania - afferma l' avvocato Adriana Cimmino - conferma l'attenzione che la nostra iniziativa ha suscitato in quel Paese, fra gli operatori del diritto. Siamo particolarmente lieti della richiesta fatta dal professor Arben Rakipi, che ha sviluppato in tutti questi anni una approfondita conoscenza delle problematiche transnazionali''.

Fonte: Ansa Balcani