Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Si è tenuta il 9 luglio alla Farnesina la conferenza programmatica dell' "università virtuale" UNIADRION, un progetto della Iniziativa Adriatico Ionica (IAI) cui aderiscono l'Italia, l'Albania, la Bosnia-Erzegovina, la Croazia, la Grecia, la Serbia e Montenegro e la Slovenia.

Il progetto UNIADRION ha lo scopo di stabilire un collegamento permanente tra le università e i centri di ricerca e sviluppo d'eccellenza dei Paesi del bacino dell'Adriatico e dello Ionio attraverso la creazione di una rete delle università della regione.

La Conferenza programmatica è stata aperta dal sottosegretario agli Esteri Roberto Antonione e vi hanno preso parte tra gli altri il sottosegretario all'Istruzione Università e Ricerca Maria Grazia Siliquini, il rettore dell'Università di Bologna, capofila dell'iniziativa, professor Pier Ugo Calzolari e i rettori delle altre principali università dei paesi aderenti al progetto UNIADRION.

Fonte: Inform