Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

300 rappresentanti di organizzazioni di volontariato e pacifiste, amministratori locali, parlamentari a Sarajevo dal 4 al 7 aprile. Il prossimo 6 aprile, in occasione del decimo anniversario dell' inizio della guerra a Sarajevo e in Bosnia Erzegovina, l' Ics-Consorzio Italiano di Solidarietà, l' Osservatorio per i Balcani insieme alla municipalita' di Sarajevo promuovono l'iniziativa ''L'Europa oltre i confini, l'Europa dal basso'' per rilanciare l'impegno per la pace, la cooperazione, la riconciliazione nei Balcani e la loro integrazione nell' Unione Europea. Al meeting è previsto anche l'intervento del Presidente della Commissione Europea. Romano Prodi.

Saranno presenti all'iniziativa Sindaci e amministratori locali delle Regioni italiane, parlamentari italiani ed europei, rappresentanti di ONG e di associazioni volontariato di molti paesi europei. Dall'Italia partirà con pullman il 4 aprile una delegazione composta da organizzazioni pacifiste e di volontariato: oltre 300 delegati in rappresentanza di 82 associazioni, ONG, gruppi di base e amministratori locali di regioni, province e comuni. Sara' presente anche un delegazione di parlamentari italiani, di forze politiche e sindacali. Nel corso della conferenza sarà presentato l'appello ''L'Europa oltre i confini'' per un' integrazione certa e sostenibile dei Balcani nell' Unione Europea e sara' costituito il network euro-balcanico ''Europa dal basso'', formato da organizzazioni della società civile di diversi paesi europei dell' est e dell'ovest. Sono previste anche altre iniziative accanto alla conferenza: iniziative e incontri a Mostar, Tuzla e Banja Luka, la corsa podistica Vivicittà non competitiva il 7 aprile, una catena umana nella città vecchia per la pace e la riconciliazione. L'iniziativa e sostenuta, tra gli altri, anche dalle Regioni Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Umbria, Toscana, i comuni di Roma, Venezia, Modena, dalle province di Ravenna e Lodi e da Banca Etica.

Fonte: Vita