Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Una striscia, come un arcobaleno arancio, che spicca sul blu del mare; congiunge due lembi di terra, crea un ponte fra Puglia e Albania. È il logo del Progetto Vlerat/Valori che apre la home page del sito www.vlerat.eu, ora on line per raccontare un percorso fatto di integrazione e di scambi, votato allo sviluppo, in nome di un'alleanza transfrontaliera che vada oltre il progetto stesso.Avviato a partire dall'ottobre 2005 nell'ambito del Programma comunitario Interreg III A Italia-Albania, Vlerat/Valori nasce con l'intento di recuperare l'identità culturale dell'Albania, valorizzando le sue risorse e potenzialità attraverso attività concrete di supporto e assistenza nei settori della formazione e della tecnologia multimediale.

Il tutto reso possibile grazie alla cooperazione di una cordata di partner italiani e albanesi, capofila la Camera di Commercio di Bari attraverso l’Azienda Speciale Ifoc.Tutto questo è raccontato nelle varie sezioni del sito, che fa un primo focus su “Interreg”, per un inquadramento generale nell'ambito del Programma comunitario; poi dedica una pagina alla descrizione dettagliata del “Progetto” e un'altra sezione a tutte le “Attività” (workshop, laboratori,percorsi professionalizzanti, selezione di materiali letterari, mostra itinerante, comunicazione, monitoraggio e valutazione). Un approfondimento è riservato alle attività di “Comunicazione” e diffusione dei risultati, per la loro importanza strategica ai fini della sostenibilità futura delprogetto. Non manca infine la sezione dedicata ai “Partner”, nove in tutto tra attori italiani e albanesi, e la galleria di immagini, nella sezione “Multimedia”, che passo dopo passo raccontano le varie fasi di lavoro attraverso le istantanee scattate sul campo.

Fonte: Sudnews