Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Il progetto, della durata di un anno, vede la partecipazione, oltre  del già citato comune di Mesagne, anche dei comuni di Nardò e di San Pancrazio Salentino, dei comuni albanesi di Berat e Kruje, e dell’Agenzia di Formazione e Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile – A.FO.RI.S di Foggia. Esso nasce dall’esigenza di tutelare e valorizzare le ricchezze storiche, tradizionali ed ambientali di aree caratterizzate da considerevoli opportunità legate al turismo, attraverso una strategia di promozione di nuove forme di aggregazione sociale e territoriale, capaci di rafforzare e potenziare le attrazioni, le vocazioni e le dotazioni di servizi turistici e culturali. Esiste, infatti, la consapevolezza che una promozione di iniziative culturali e turistiche, avviata in modo autonomo da parte di diverse località possa determinare elementi di frammentazione e di debolezza dell’offerta; da qui, la necessità di ricomporre in maniera sistemica questa tipologia di sviluppo, secondo criteri di sostenibilità e di partecipazione degli attori a livello orizzontale (tra sistemi locali interni ed esterni) e a livello verticale (rafforzando le relazioni tra le amministrazioni ed i protagonisti della società civile, dell’arte, della cultura, del commercio).


Il progetto, strutturato in otto pacchetti di lavoro, prevede la definizione di un cartellone di eventi culturali - attualmente in elaborazione - che porterà alla realizzazione di caffè letterari, gallerie d’arte e spazi musicali e teatrali aperti alla partecipazione di artisti, noti e meno noti, italiani ed albanesi, occasioni di scambi culturali e manifestazioni comuni. Sotto il profilo del marketing territoriale, è previsto l’allestimento di itinerari delle risorse storiche, monumentali e naturalistiche italiani ed albanesi, che saranno integrati da proposte di pacchetti turistici comuni, e sportelli informativi localizzati presso i siti storici più importanti; il progetto Tur.Grate inoltre finanzierà master brevi per pubblici funzionari e manager specializzati nell’analisi, nella pianificazione e nella gestione di processi legati al turismo sostenibile.

Fonte: Regione Puglia