Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Un milione di euro per il turismo marino e valorizzare le ricchezze del mare tra Puglia e Albania.
Si tratta del progetto "Tur. Sea. Adr - Sentieri blu", presentato stamattina dalla Provincia. Nell'ambito dell'iniziativa, è stato firmato un accordo di collaborazione tra l'ente provinciale- servizio Politiche comunitarie (capofila) e i partners coinvolti: l'Istituto pugliese per le Ricerche economiche e Sociali (Ipres), il Consorzio di gestione Torre Guaceto, la Provincia di Brindisi, il comune di Nardò (Lecce), l'Area marina protetta di Porto Cesareo, l'Asmh Associations di Tirana, il comune di Saranda, Telenorba Shqiptare Efeso, Aba Federalberghi.


La firma dell'intesa è stata preceduta dal convegno "Il turismo marino nel mare Adriatico", cui hanno partecipato il presidente provinciale Vincenzo Divella, l'assessore regionale al Mediterraneo Silvia Godelli, il console generale albanese a Bari Artur Shelu e il presidente di Federalberghi Edoardo Caizzi. L'obiettivo di Tur. Sea. Adr., che terminerà nel settembre prossimo, è creare, in una logica di cooperazione attiva tra i territori e i partner, forme di networking (messa in rete) per la valorizzazione del patrimonio naturale marino e lo sviluppo dell'economia turistica delle zone costiere: "Nel rispetto delle reciproche vocazioni dei territori, ha spiegato il presidente Divella, intendiamo offrire un turismo 'alternativo' destagionalizzato (ad esempio, la pesca-turismo) e, grazie alle azione del programma comunitario 'Interreg III A' asse IV Italia-Albania Misura 4.2 (Turismo e Beni culturali) integreremo l'offerta turistica dei territorio transfrontalieri di Puglia e il Paese delle Aquile nel settore del turismo marino e costiero". La prima azione strategica sarà la creazione dei 'sentieri blu', itinerari turistici per la riscoperta delle meraviglie delle oasi marine di Torre Guaceto, Porto Selvaggio, Porto Cesareo e alcuni punti della costa albanese.Il costo complessivo del progetto è un milione di euro, di cui 660 mila finanziati dai fondi comunitari, e 340 mila cofinanziati dai partner. La Provincia partecipa con 79.800 euro e con risorse umane.
Il sito Internet è www.sentieriblu.it.

Fonte: Barisera