Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Oggi, giovedì 21 Dicembre, alle ore 11.30, nella biblioteca del Politecnico di Tirana, si è tenuta la cerimonia ufficiale per la firma dell’Accordo raggiunto tra il Governo della Repubblica d’Albania ed il Governo Italiano, per la realizzazione del progetto “Realizzazione di un Centro Servizi e di una Rete Telematica per le Università”. A firmare l’Accordo sono stati, per il Governo Albanese, il Ministro dell’Educazione e della Scienza Genc Pollo, per il Governo Italiano, S. E. Attilio Massimo Iannucci, Ambasciatore d’Italia in Albania. Obiettivo generale dell’intervento, che coinvolgerà tutti gli 11 atenei del Paese, è contribuire al potenziamento del sistema di istruzione superiore, per l’avvicinamento agli standard comunitari. La creazione di una rete telematica inter-universitaria, in particolare, intende facilitare le relazioni tra atenei, favorendo così una migliore circolazione di sapere e conoscenze.

È stata inoltre prevista la connessione della rete al sistema universitario italiano GARR, per aumentare il grado di collaborazione transnazionale e favorire attività di ricerca e di sviluppo, condotte congiuntamente da docenti e ricercatori dei due Paesi. Il progetto, inserito all’interno del Protocollo di Cooperazione allo Sviluppo firmato nel 2002 e finanziato tramite un dono al Ministero dell’Educazione e della Scienza di 4 Milioni di Euro, sarà realizzato nell’arco di tre anni. S. E. l’Ambasciatore Iannucci ha ricordato come l’accordo il progetto, consenta, tramite la rete telematica, l’apertura del sistema universitario albanese a quello degli atenei europei e contribuisca così a superare alcuni dei limiti cui l’isolazionismo aveva costretto l’Albania, anche in abito formativo. L’impegno italiano nel sostegno al settore educativo albanese, nel complesso, si colloca entro un quadro di sviluppo settoriale mirato a potenziare tanto il sistema scolastico primario e secondario, quanto la proposta formativa professionale ed universitaria. Oggi, sono 10 le iniziative della Cooperazione Italiana nel settore educazione, per un importo totale di circa 18 milioni di Euro.

Fonte: Italcoopalbania