Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

'Le rotte di Ulisse-Per una critica della violenza' il progetto promosso da Astragali Teatro nell' ambito di 'Cultura 2000' dell' Unione Europea, approda nelle isole greche: a Zante il 13 e 14 gennaio prossimo sara' messo in scena lo spettacolo 'Ulysses gramophone-preparing the wake' con la regia di Fabio Tolledi. In una nota dell'associazione teatrale leccese si ricorda che, nell'ambito del progetto, Astragali ha realizzato, dal 6 gennaio scorso, nella localita' di Avriakos, un laboratorio teatrale insieme con gli studenti delle Universita' di Atene e Patrasso e gli attori del teatro di Zante.

Lo spettacolo a Zante vedra' in scena tutti i partecipanti, sara' itinerante e avra' come scenario i luoghi piu' suggestivi dell'isola. Si tratta - ricorda la nota - della seconda tappa del lavoro, che ha debuttato a Lecce il 21 dicembre scorso con la partecipazione di attori italiani, albanesi, maltesi e ciprioti. La tappa successiva sara' Cipro dove 'Ulyssess gramophone' sara' presentato a Nicosia, nella vicinanze della Green line, la zona cuscinetto presidiata dall'Onu che separa la parte turco-cipriota da quella greco-cipriota. La compagnia rientrera' quindi a Lecce dove, il 3 e 4 marzo, si svolgera' 'la Veglia di Ulisse' con greci, ciprioti, albanesi e maltesi che hanno partecipato ala varie sessioni di lavoro.

Fonte: Ansa Balcani