Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

di Lello Sforza (Resp. Progetto Cyronmed Regione Puglia)

Una "riunione operativa di coordinamento e di assistenza tecnica" tra le Regioni Puglia, Basilicata, Calabria e Campania, partner italiani del progetto di cooperazione transnazionale Cyronmed ("Cycle Route Network of the Mediterranean") si è tenuta il 26 gennaio a Bari per iniziativa dell'assessorato regionale ai trasporti. Il progetto (1.223.299 euro), interamente finanziato con fondi del Programma interreg III B Archimed, ha inoltre come partner europei le municipalità di Atene e Karditsa, Malta e Cipro. Scopo: avviare il processo di realizzazione di una "Rete ciclabile del Mediterraneo", costituita dagli itinerari ciclabili di lunga percorrenza delle reti Eurovelo e Bicitalia. Nel corso dell'incontro tecnico si è discusso delle diverse fasi: individuazione dei "corridoi ciclabili", ricognizione di infrastrutture e progetti inesistenti; ricerca delle risorse territoriali utilizzabili ai fini ciclabili, connessioni tra itinerari ciclabili e altre reti, individuazione della segnaletica stradale, implicazioni trasportistiche, ambientali e turistiche. Lo studio di fattibilità, da completarsi entro fine anno, dovrà essere corredato da cartografia che evidenzi gli itinerari di lunga percorrenza già percorribili e le soluzioni infrastrutturali necessarie per migliorare la sicurezza e il confort dei percorsi, da realizzarsi nei successivi 4-5 anni. Determinante sarà il capitolo "reti ciclabili" nei nuovi programmi regionali. L'assessorato ai Trasporti della Regione Puglia ha costituito un nucleo di assistenza tecnica (Fiab, Ecf, Creanza) e un gruppo di lavoro che opererà esclusivamente in Puglia di cui fanno parte giovani tecnici pugliesi ed associazioni di utenti della bicicletta. La storia Ruotalibera di Bari supportata dalla più giovane associazione Cicloamici di Mesagne si occuperanno di fare animazione territoriale e guidare operativamente i tecnici delle diverse fasi di progetto. Molti itinerari, partendo dal Nord Europa e Nord Italia, attraverseranno la Puglia.

Fonte: Corriere del Mezzogiorno (pag. 11)