Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

E’ stata accolta stamani dal vicepresidente della Regione Puglia, Sandro Frisullo, e dagli assessori alle Risorse Agroalimentari Enzo Russo e al Mediterraneo Silvia Godelli, il Ministro per il Commercio Internazionale e per le Politiche Europee Emma Bonino, accompagnata da una delegazione di 35 donne imprenditrici provenienti dall’area Mediterranea, del Medio Oriente e del Golfo Persico.

Incontro che segue quello effettuato a Milano il 5 marzo, dove è stato organizzato il primo "Forum internazionale delle donne imprenditrici".
Frisullo ha dichiarato che la Puglia già da tempo da il suo sostegno ai Paesi di nuova democrazia per la tutela dei diritti umani che è la base per lo sviluppo economico.
La Puglia data la sua posizione geografica è la porta d’Oriente ne è un esempio la Fiera del Levante e non come vorrebbe il sindaco Letizia Moratti, essere la città di Milano la più mediterranea d’Europa.

Dal canto suo Emma Bonino, ha parlato delle donne e delle battaglie che queste sostengono nei loro Paesi dell’area medio-orientale.
Donne che sono in prima linea come lo siamo state noi negli anni’70 e che guardavamo ad esempio le donne del nord Europa. Ora dobbiamo essere esempio per loro ma non è indubbio che il sostegno internazionale può solo aiutare.
Donne che stanno modificando il loro modo di pensare e agire perché sanno che non hanno nulla da perdere ma tutto da guadagnare.
Ha concluso sostenendo che il Mediterraneo non è tutto uguale , e di smetterla di considerare questo stereotipo, la Tunisia non e' l' Arabia Saudita, El Bahrein non e' il Marocco, la Turchia non e' la Siria, quindi cerchiamo di guardare alle realta' dei singoli Paesi'.

Fonte: Puglialive

{mosimage} I Balcani per l'imprenditoria rosa

{mosimage} La Puglia deve giocare la carta dei Balcani