Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage} Un grande momento di incontro e confronto, volto a rafforzare rapporti di collaborazione e opportunità di scambi ed investimenti fra la Puglia e la Bulgaria. Questa la mission che i due Assessorati allo Sviluppo Economico e al Mediterraneo

intendono portare avanti secondo le direttrici previste dal piano regionale per l’internazionalizzazione.
Per questo motivo, il prossimo venerdi 30 marzo, presso la Sala Convegni dello Sprint Puglia, c/o Fiera del Levante, avrà luogo un incontro fra massime istituzioni Bulgare, il Vice Presidente e Assessore allo Sviluppo Economico, Sandro Frisullo, e l’Assessore al Mediterraneo, Silvia Godelli.

La Bulgaria è la regione dei Balcani che, negli ultimi anni, ha conosciuto un interesse particolare da parte degli investitori internazionali. Ciò deriva dall’ottima performance fatta registrare negli ultimi sette anni da quasi tutti i settori dell’economia e dalla ormai raggiunta stabilizzazione macroeconomica con politiche di costante apertura del mercato interno agli investimenti stranieri. Particolare attenzione viene riservata ai settori dell’ambiente, dell’immobiliare, dell’energia e dei trasporti anche grazie alle politiche di privatizzazione messe in atto dal governo bulgaro.

Sono due i fattori principali che fanno della Bulgaria una delle mete più attraenti per l’outsorcing di servizi e produzione: l’incentivo dei bassi costi di produzione e la favorevole combinazione tra specialisti qualificati, costo del lavoro e qualità dei prodotti “made in Bulgaria”.
Stimolato dall’obiettivo dell’adesione alla U.E. nel 2007, il Paese ha compiuto considerevoli progressi nella fase di transizione con il 75% dell’attività economica detenuta dal settore privato, un grado avanzato di liberalizzazione dei prezzi, un regime di commercio estero aperto e significativi progressi tuttora in corso nell’apertura dei mercati chiave quale quello energetico.

Inoltre, con l’ingresso nella UE, avvenuto lo scorso 1 gennaio 2007, la Bulgaria è diventata  il maggior beneficiario  fra i paesi dell’Unione dal momento che tra il 2007 e il 2013 il paese riceverà 6,6 miliardi dai fondi strutturali.  

Proprio in questa prospettiva si inserisce il Seminario Paese di venerdì 30 marzo, che mira a far conoscere i nuovi scenari e prospettive di sviluppo della Bulgaria, nostro nuovo partner europeo, anche in relazione ai potenziali percorsi di interazione con il sistema Puglia, sia per ciò che riguarda gli scenari di partenariato, che di cooperazione fra sistemi produttivi e territoriali, in linea con l’evoluzione del mercato internazionale.

Gli scambi commerciali tra la Puglia e la Bulgaria appaiano già abbastanza consolidati se consideriamo che nel corso dei soli primi nove mesi del 2006, il valore complessivo dell’interscambio ha raggiunto un valore di oltre 58 milioni di Euro, a fronte di un trend del relativo export pugliese in forte crescita (+20,8% rispetto allo stesso periodo del 2005).

Nello stesso tempo, gli spazi di espansione per gli scambi, sia in ambito commerciale sia e soprattutto negli altri settori di collaborazione, risultano ampi.La presenza congiunta dei due Assessorati (Sviluppo Economico e Mediterraneo), sottolinea l’importante impegno del sistema regionale per sviluppare legami importanti nella costruzione dei nuovi scenari europei, che facciano da propulsori a forme nuove di collaborazione economica e cooperazione industriale ed istituzionale.

Seminari come questi – dice il vice presidente della Regione Puglia e Assessore allo Sviluppo Economico, Sandro Frisullo – oltre ad avvicinare paesi e sistemi locali fra loro attraverso una conoscenza più diretta, stimolano il confronto e gli scambi reciproci nei vari settori, rafforzando la capacità delle aziende di operare con successo nel conteso della globalizzazione dei mercati.

La presenza istituzionale dell’Assessorato al Mediterraneo – sostiene inoltre l’Assessore Silvia Godelli – oltre a massimizzare le varie forme di cooperazione bilaterale già intraprese dalla Regione Puglia verso la Bulgaria e gli altri Paesi dell’area, favorisce lo scambio di esperienze ed opinioni non solo tra imprese ed istituzioni, ma anche tra le stesse imprese.Il seminario sarà introdotto dall’assessore allo Sviluppo Economico Sandro Frisullo e vedrà le conclusioni dell’assessore al mediterraneo Silvia Godelli.

Sono stati invitati a partecipare rappresentanti di istituzioni economiche ed Investment experts bulgari, i quali terranno relazioni sui punti di forza del loro sistema produttivo e sulla cooperazione economica con la Regione Puglia.E questa è la grande novità del Seminario Paese Bulgaria di venerdi 30 marzo 2007, durante il quale verranno gettate le basi per un confronto che culminerà nella Missione Istituzionale Economica che si svolgerà in Bulgaria il prossimo 30 e 31 maggio 2007.Il seminario rientra nel ciclo di incontri promossi dallo Sportello Regionale per l’internazionalizzazione, SPRINT Puglia, voluti come strumento utile per avvicinare gli operatori economici ed istituzioni regionali alle opportunità di sviluppo competitivo presenti sui principali mercati internazionali.

Fonte: ufficio stampa SPRINT.