Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}''Non abbiamo ancora grandi investimenti pugliesi in Bulgaria; proprio per questo pensiamo a una cooperazione che consenta un partenariato all'insegna dell'innovazione, cercando di spostare in quella direzione una delle nostre eccellenze''.

Lo ha rilevato l'assessore regionale pugliese al Mediterraneo, Silvia Godelli, in occasione del seminario 'La Bulgaria in Europa: nuovi scenari e prospettive di sviluppo'.

L'incontro si e' tenuto venerdi 30 marzo, su iniziativa degli assessorati regionali pugliesi allo sviluppo economico e al Mediterraneo e dello Sportello regionale per l'internazionalizzazione delle imprese (SPRINT Puglia).

Godelli ha aggiunto che, attualmente, sono ''fondamentalmente legati al sistema del mobile imbottito'' i settori economici pugliesi ''piu' favoriti dall'interscambio'' con la Bulgaria.

''Dovremo verificare anche attraverso le agenzie di supporto, principalmente l'ICE, le Camere di commercio e il sistema confindustriale - ha concluso l'assessore al Mediterraneo - quali azioni specifiche possiamo attivare. Aspettiamo di sentire anche gli imprenditori; noi siamo dei facilitatori, pero' chiediamo che gli imprenditori pugliesi assumano un protagonismo e un'attorialita' in prima persona''.

Fonte: ANSAmed.