Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Ha l'obiettivo di sviluppare un sistema armonizzato di standard ambientali applicati alla produzione di olio di oliva il progetto INASOOP, il primo progetto europeo volto a favorire la riduzione dell'impatto ambientale della produzione di olio di oliva.

La ricerca e' il frutto della collaborazione di Unaprol, Consorzio olivicolo italiano, e di alcuni partner europei e si concludera' alla fine di questo mese con la formazione di tecnici delle organizzazioni dei produttori aderenti al consorzio Unaprol e delle PMI.

Il progetto e' stato avviato nel febbraio 2004 e sono ora pronti i primi risultati. Riguardano un'analisi approfondita della produzione di olio di oliva nei principali paesi produttori dell'Ue; uno studio sulle problematiche ambientali legate alla produzione olearia; un esame delle principali tecnologie adottate nei diversi paesi produttori e l'analisi delle strutture produttive di alcune piccole-medie-imprese, selezionate come casi-studio. A questi si aggiungono un'analisi della gestione dei residui della produzione olearia in funzione delle tecnologie produttive adottate; il sistema di standard ambientali relativi alla produzione di olio di oliva e di olive da mensa.

E' prevista infine la predisposizione del Sistema Esperto, che contempla una serie di software che aiuteranno le Pmi ad adottare tecniche produttive maggiormente sostenibili per l'ambiente. Il progetto Inasoop elaborato con la collaborazione di istituti di ricerca scientifica, associazioni di produttori, e Pmi greche, italiane, portoghesi e spagnole e' stato finanziato nell'ambito del VI Programma Quadro di ricerca e sviluppo tecnologico dell'Ue ed e' coordinato dal Centro per il trasferimento delle tecnologie (TTZ) di Bremerhaven in Germania.

Informazioni sul progetto possono essere acquisite nei siti internet www.unaprol.it e www.inasoop.info.


Fonte: ANSAmed.