Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Un convegno internazionale sul tema “Verso la rete ciclabile del Mediterraneo per lo sviluppo del trasporto e del turismo sostenibile” si svolgerà il 21 giugno presso Villa Romanizzi Carducci. L’iniziativa rientra nell’ambito di un incontro tecnico, amministrativo e finanziario di tre giorni, dal 20 al 22 giugno, tra i partner del progetto di cooperazione internazionale Cyronmed -Cycle Route Network of the Mediterranean- interamente finanziato con i fondi del Programma di Iniziativa Comunitaria Interreg III B Archimed, promosso dalla Regione Puglia. L’obiettivo del progetto –primo nel suo genere nel sud d’Europa- è realizzare lo studio di fattibilità degli itinerari ciclabili di media-lunga percorrenza delle reti EuroVelo e Bicitalia nell’Arcipelago del Mediterraneo, un manuale tecnico per la realizzazione delle ciclovie e uno studio sulle potenzialità del cicloturismo in area mediterranea. Tali studi sono fondamentali per avviare una politica delle infrastrutture ciclabili in un’ottica di pianificazione sostenibile del territorio e dei trasporti. Al progetto Cyronmed, di cui è capofila l’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia, aderiscono le Regioni Campania, Calabria e Basilicata, le municipalità greche di Atene e Karditsa, l’Ente del Turismo di Cipro e il Ministero dello Sviluppo urbano di Malta. L’importo complessivo è euro 1.223.299. Il convegno sarà aperto agli assessori regionali ai trasporti Mario Loizzo e al mediterraneo, Silvia Godelli. Nel corso dei lavori saranno presenate alcune buone pratiche europee, esportabili in area mediterranea. Seguiranno quindi gli interventi di ciascun partner di progetto che illustrerà lo stato di attuazione dei lavori nel proprio territorio.

“Le reti ciclabili opportunamente integrate con altre reti trasportistiche, rappresentano un’indispensabile infrastruttura a servizio della mobilità quotidiana (casa-scuola/lavoro) e di quella turistica” –dichiara l’assessore ai Trasporti della Regione Puglia Mario Loizzo. “E’ nostro compito confrontarci con altre esperienze europee più avanzate in materia di mobilità sostenibile e iniziare a creare anche nei Paesi del Mediterraneo, e questo la Regione lo sta già facendo con questoprogetto innovativo e originale, modelli di sviluppo di sistemi di trasporto alternativi e non inquinanti a servizio non solo della mobilità di tutti i giorni, ma anche del turismo verde.

Dieci milioni di europei fanno ogni anno vacanze in bicicletta e anche il Sud Europa, che ha paesaggi, cultura e gastronomia di ottimo livello, deve fare del proprio meglio per dotarsi al più presto della necessarie infrastrutture ciclabili integrate.

Paese Nuovo (pag. 6)