Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

Lo scorso 1 giugno 2007, a Foggia, presso la Sala del Tribunale della Dogana della Provincia, le ACLI nazionali e quelle di Capitanata, con l’aiuto di autorevoli interlocutori, hanno affrontato i temi dell’immigrazione.
Il Convegno nazionale, dal titolo “IL FUTURO DELL’ITALIA QUALI POLITICHE MIGRATORIE. “Inserimento lavorativo, processi di inclusione sociale e convivenza interetnica”, si è posto il duplice obiettivo di analizzare le questioni legate ai diritti dei lavoratori immigrati e di prospettare , anche alla luce della nuova legge delega sull’ immigrazione, percorsi di integrazione socio culturale.
Ad un anno dalla grande manifestazione sindacale contro lo sfruttamento del lavoro nero, le ACLI hanno raccolto la sfida per la legalità e la piena realizzazione dei diritti sociali e di cittadinanza degli immigrati che, proprio in provincia di Foggia, si fa più forte ed impellente.
Ai lavori del convegno, coordinati dal Presidente provinciale delle ACLI Antonio Russo e introdotti dalle relazioni del Vice Presidente nazionale del Patronato ACLI Michele Consiglio e del Prof. Luigi Perrone dell’Università di Lecce, sono intervenuti, oltre agli  Assessori regionale, provinciale e comunale (Elena Gentile, Benvenuto Grisorio e Michele del Carmine), il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, la Responsabile nazionale del dipartimento politiche sociali e welfare Vittoria Boni, la mediatrice culturale Bella Amina, la Presidente nazionale Ipsia Paola Villa.
Il convegno è stato arricchito dal contributo del Sottosegretario al Ministero dell’interno con delega all’immigrazione On. Marcella Lucidi e concluso dall’intervento del Presidente nazionale delle ACLI  Andrea Olivero.

Fonte: Cesevoca