Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}

L’ambasciatore italiano a Tirana, Attilio Massimo Iannucci è stato onorato dal comune di Durazzo con il titolo ‘Simbolo della Città di Durazzo’, accordato dal comune di questa città e dall’associazione ‘Durresi’. Particolari contributi al servizio della cultura, dell’economia e della vita politica sono alcune delle motivazioni di questo titolo onorario che viene dato all’ambasciatore italiano al termine del suo mandato in Albania. I partecipanti alla cerimonia svoltasi nella sala del Consiglio Comunale hanno aspettato l’ambasciatore Iannucci nella piazza davanti al Comune, dove sono stati eseguiti i due inni nazionali dei paesi. Presente a questa cerimonia, il vice primo ministro Gazmend Oketa, che ha sottolineato l’instancabile impegno dell’ambasciatore Iannucci nel nostro paese.

“Con tutto il dispiacere che ci lascia il suo definitivo allontanamento alla conclusione della sua missione in Albania, sicuramente ormai a Roma avremo tutti un amico in più”, ha detto il vice primo ministro Oketa. Il sindaco della città Dako ha consegnato all’ambasciatore italiano il titolo “Simbolo della Città di Durazzo” con la motivazione “Per la valutazione ed il contributo dato alla città di Durazzo nella realizzazione del progetto sul Corridoio Otto e l’ideazione dell’Istituto di Archeologia Sottomarina”. Da parte sua l’ambasciatore italiano Iannucci dopo aver ricevuto il titolo, ha detto che Durazzo durante questi anni ha avuto un notevole sviluppo, cosa che risalta anche dal grande numero di turisti, tra loro anche italiani che visitano la città. “L’Albania è parte della Comunità Europea e noi stiamo lavorando affinché essa anche formalmente diventi tale” ha detto l’ambasciatore Iannucci, il quale ha iniziato il suo compito nel nostro paese nel maggio del 2003.

Fonte albanese: Gazeta ballkan web

Trad: Iris Frasheri