Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}I partner Interreg del progetto “Handled with Care” dialogano con le Associazioni, i Sindacati e il mondo dell’impresa per agevolare l’individuazione di servizi finanziari adeguati alle esigenze delle comunità albanesi immigrate in Puglia. Lunedì 3 dicembre a Bari presso l’Hotel Palace i Partner del progetto Handled with Care



(Microfinanza srl, S.G.I. Management, Banca Popolare Pugliese ed Escogita srl) hanno consolidato il dialogo e lo scambio di informazioni con i rappresentanti di Compagnia delle Opere di Bari, Arci Puglia, Centro Interculturale Baobab, Lega Coop Sociali, ACLI/ENAIP Puglia e con i segretari delle organizzazioni sindacali CGIL ed ANOLF/CISL.

Presente all’incontro la Regione Puglia con Sergio Maglio, responsabile della Misura 1.2 di Interreg IIIA Italia-Albania.

L’intento della Prima Tavola rotonda è stato quello di creare sinergie tra rappresentanti sociali, sindacali e del mondo dell’impresa per lo sviluppo e la promozione di servizi bancari dedicati agli albanesi residenti in Puglia.

L’incontro è stato aperto da Microfinanza srl, capofila del progetto, e si è concluso con la firma di un accordo informale tra le parti che hanno messo a disposizione esperienze e strumenti, ciascuno sulla base della propria competenza e delle proprie risorse, per agevolare il raggiungimento degli obiettivi di Handled with care.

«Grazie al sostegno e alla collaborazione delle associazioni presenti sul territorio, nella nostra indagine potremo estendere le interviste anche a gruppi di albanesi non regolarizzati che, altrimenti, sarebbero rimasti fuori dal campione» ha sottolineato Antonio Russo, amministratore delegato di SGI Management, a proposito delle possibilità di cooperazione con i diversi relatori presenti per la realizzazione di un’indagine socio-economica sugli immigrati albanesi in Puglia e le loro famiglie.

Nel corso della mattinata di lavori Microfinanza srl ha presentato le caratteristiche dello studio, in corso di realizzazione, sulle buone pratiche nazionali e internazionali in materia di servizi finanziari dedicati ai migranti.

L’obiettivo è l’individuazione di uno o più modelli di riferimento per permettere di identificare proposte dedicate agli albanesi che vivono in Puglia e ai loro parenti rimasti nel Paese di origine.

SGI ha presentato la bozza del questionario che verrà somministrato nei prossimi mesi ai diversi referenti albanesi, con lo scopo di stimare i flussi di rimesse, indagare le effettive pratiche adottate per i trasferimenti monetari ed identificare le zone con la maggiore concentrazione di famiglie immigrate. Maria Pia Arborea, coordinatrice della ricerca, ha delineato i criteri e le modalità, spiegando che «l’indagine, soprattutto nei suoi primi aspetti – identificazione di coloro che inviano rimesse, modalità e frequenza di invio – verrà svolta quasi interamente in Puglia (nelle province interessate dal progetto), mentre i dati raccolti in Albania serviranno come controllo dei Prima Tavola rotonda del progetto Interreg/Cards III A Italia-Albania risultati ricavati in Puglia. Maggior peso avranno invece le informazioni ricavate in Albania sull’ammontare e l’utilizzo delle rimesse.

L’analisi utilizzerà congiuntamente i dati ottenuti sul territorio italiano e albanese, mettendone in rilievo analogie o eventuali differenze. Data la natura strettamente riservata di alcune informazioni, la raccolta dei dati avverrà con un campionamento casuale, cioè non in corrispondenza diretta tra l’intervistato in Italia ed i suoi parenti in Albania».

L’incontro di Bari, dunque, ha dato avvio al sistema di relazioni a sostegno di una comunicazione adeguata e trasparente tra mondo bancario e comunità di immigrati, per sviluppare attraverso il rapporto diretto ed il dialogo interpersonale un pacchetto di prodotti e servizi finanziari realmente efficace, come ribadito Banca Popolare Pugliese ed Escogita, anch’essi Partner di Handled with Care.

La prossima Tavola Rotonda è fissata per Febbraio 2008 a Lecce.