Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}"L’Albania è una sorella della Puglia, una terra straordinaria per la sua evoluzione culturale. Con questo Paese, sarà bello affrontare il cammino comune verso un modello di sviluppo sostenibile sul tema della ricostruzione di un’armonia tra uomo e natura all’insegna della parola d’ordine che è la pace".
Lo ha detto il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, nei giorni scorsi a Tirana, nell’ambito della presentazione della quinta edizione di "Mediterre - Terra, Acqua e Fuoco", la rassegna dedicata ai parchi del Mediterraneo, organizzata in collaborazione con Federparchi, in programma alla Fiera del Levante di Bari dal 7 all’11 Maggio, dove l’Albania sarà ospite d’onore con una giornata tutta dedicata alle politiche ambientali del Paese delle Aquile e ai progetti di cooperazione con la Regione Puglia in materia di tutela e valorizzazione del territorio.


"Il Mediterraneo sta tornando al centro del mondo, si sta risvegliando da un lungo torpore alla vigilia del 2010, quando diventerà area di libero scambio", ha ricordato Vendola nel suo intervento.
"Per questo dobbiamo tutti insieme organizzarci culturalmente, socialmente e logisticamente per affrontare questa sfida nel migliore dei modi. Temi fondamentali come l’acqua, la gestione integrata del ciclo dei rifiuti, la produzione di energia da fonti alternative al petrolio e ai fossili, la preservazione del territorio dalla desertificazione debbano vederci uniti in uno sforzo progettuale per trasformare un problema in una risorsa economica".

"I parchi non sono musei botanici" ha sottolineato Vendola. "Le aree protette hanno senso solo se riescono a trascinare la discussione più generale verso modelli di urbanistica sostenibile. Il Mediterraneo rischia di morire se non corriamo ai ripari. Ecco perché per noi Mediterre è un appuntamento importante. Ci spinge a prenderci per mano, a darci coraggio per un futuro migliore".


Vendola è giunto a Tirana a capo di una delegazione ufficiale della Regione Puglia, composta dall’Assessore all’Ambiente Michele Losappio e dall’Assessore al Mediterraneo Silvia Godelli, ricevuta dall’Ambasciatore d’Italia Saba D’Elia e accolta dai Ministri albanesi dell’Ambiente e dell’Integrazione Europea, Lufter Xhuveli e Majlinda Bregu.


Per Losappio "Mediterre è un momento di grande confronto tra 19 Paesi partecipanti, tra cui appunto l’Albania, Paese con il quale vogliamo sottolineare non solo i già consolidati rapporti di cooperazione, ma dal quale anche apprendere le esperienze maturate in materia di ambiente e tutela del territorio per un proficuo scambio di opinioni".

"Una cooperazione con l’Albania - ha ricordato infine Silvia Godelli - che sul tema ambientale ha in corso 7 progetti per 15 milioni di Euro attraverso i Programmi Interreg".

fonte: aise.