Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Si  è svolta a Lecce presso il Rettorato dell’Università degli Studi del Salento la conferenza conclusiva del progetto PROMOALBA finanziato dall'INTERREG III A Italia-Albania. Dopo i saluti delle autorità italiane e albanesi presenti, sono stati illustrati gli obiettivi e i risultati raggiunti dal progetto, ovvero la promozione della  conoscenza del patrimonio culturale, storico, letterario e linguistico albanese attraverso la traduzione, pubblicazione e promozione di 16 testi tradotti dall’albanese all’italiano e dall’italiano all’albanese da 16 traduttori scelti nelle 3 Università partners, del Salento, di Tirana, di Valona.


Dopo i saluti delle autorità italiane e albanesi presenti, tra i quali il Magnifico Rettore dell’Università del Salento, prof. Domenico Laforgia e del Prorettore dell’ Università di Tirana, prof. Nonda Varfi, Monica Genesin, Referente scientifica del progetto, ha illustrato gli scopi dell’iniziativa, ovvero la promozione della  conoscenza del patrimonio culturale, storico, letterario e linguistico albanese attraverso la traduzione, pubblicazione e promozione di 16 testi tradotti dall’albanese all’italiano e dall’italiano all’albanese da 16 traduttori scelti nelle 3 Università partners, del Salento, di Tirana, di Valona.

L’approccio adottato è di tipo interdisciplinare perché i testi tradotti appartengono a una varia tipologia che comprende per la parte in lingua albanese:

  •  nuova narrativa, con particolare attenzione alle opere che presentano tematiche relative alla moderna società albanese;
  • saggi di contenuto sociologico;
  • miscellanee relative alla lingua e alla letteratura dell’Albania. Per la parte in lingua italiana e destinata a fruitori di lingua albanese sono stati scelti i seguenti testi: 
  • opere letterarie appartenenti alla produzione narrativa dei secoli XX-XXI;
  • saggi di carattere antropologico e sociologico;
  • scritti sulla lingua, le tradizioni culturali degli Italoalbanesi (Arbëreshë), con particolare attenzione alla storia della diaspora in Terra d’Otranto.  

Franco Merico e Giancarlo Vallone, appartenenti al coordinamento scientifico di PROMOALBA, hanno messo in rilievo l’importanza di potere diffondere in Albania  nuovi studi e, di conseguenza, nuovi approcci e metodologie nell’ambito delle Scienze Sociali e degli Studi Storici.

Nella seconda parte della mattinata  ha avuto luogo una tavola rotonda sul tema dei rapporti interadriatici alla quale hanno partecipato Piacentino Cicarese, del Settore Mediterraneo della Regione Puglia, Franco Altimari, prorettore dell’Università della Calabria, Luigi Za, dell’Università del Salento, Davide Sighele di “Osservatorio sui Balcani” e Franco Ungaro di “Koreja”. I relatori hanno illustrato le diverse esperienze nel campo della realizzazione di progetti e di cooperazione con i paesi balcanici. Sono state illustrate le nuove linee del progetto europeo MED, i termini e le modalità di partecipazione diversificandosi dai progetti INTERREG.

{mosimage}

Nel pomeriggio sono state presentate alcune parti del documentario “Occhi, Bocca, Orecchie”, su una spedizione nelle Alpi Albanesi avvenuta nel settembre del 2007 da studiosi italiani e stranieri tra i quali alcuni membri dell’organizzazione di PROMOALBA. Il filmato è stato realizzato da Davide Sighele e Micol Cossari di Osservatorio sui Balcani.

A conclusione dell’incontro sono stati presentati dai  traduttori Pavlina Naska, Margarita Franja, Anxhela Hasanbelliu, Marta Dokaj e Ada Prizreni i testi pubblicati.
Dopo la discussione con l’intervento del pubblico è stata rilevata la necessità di mantenere le strutture di coordinamento del progetto per permettere l’organizzazione del lavoro di promozione dei testi sia in Italia che in Albania. Si è stabilito che le prossime tappe per la disseminazione dei risultati saranno la conferenza internazionale di Albanologia di Tetovo (Macedonia) (28-30 aprile), il Festival organizzato da Factory a Casarano (2 giugno). Sono inoltre  in programma incontri nelle biblioteche e nelle scuole dei principali centri della provincia di Lecce e l’organizzazione di altri incontri a Tirana (Università), Elbasan (Università), Valona, Scutari (Università e biblioteche), Prishtina (Kosovo).


E' disponibile il servizio video sulla conferenza finale del Progetto  http://www.salentoweb.tv/Internet/categoria.asp?idC=1&idF=869.


fonte: ufficio stampa Promoalba


Consulta la scheda progetto di Promoalba.