Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Si inaugura Giovedì 22 maggio alla Fiera del Levante di Bari la XIII edizione della Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo promossa dalla Regione Puglia (con gli Assessorati allo Sviluppo Economico, al Mediterraneo e alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva), dall'Associazione Internazionale BJCEM e realizzata dal Teatro Pubblico Pugliese.


Dopo aver incontrato a partire dalle 17.00 i numerosi ambasciatori, i rappresentanti governativi stranieri – dalla Lituania, Grecia, Marocco, Slovenia, Tunisia, Bulgaria, Bosnia-Herzegovina – e Irene Weidmann, Responsabile della Direzione Cultura e Patrimonio Culturale del Consiglio d’Europa, sarà il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, alle 19.00 a tagliare il nastro che aprirà ufficialmente la manifestazione.

La cerimonia inaugurale si terrà nel cuore della Fiera, nella piazza della fontana. Parteciperanno il vicepresidente della Regione e Assessore allo Sviluppo Economico, Sandro Frisullo, l’Assessore al Mediterraneo, Silvia Godelli, insieme a Guglielmo Minervini e Massimo Ostillio, rispettivamente Assessori alla Cittadinanza Attiva e al Turismo, al Presidente della Bjcem, Luigi Ratclif, all’Ambasciatore Andrej Capuder dalla Slovenia e, in rappresentanza della presidenza slovena dell’Unione Europea, Irene Weidmann dal Consiglio d’Europa, a Montasser Ouaili, Ambasciatore di Tunisia a Roma.

Porteranno il loro saluto il Sindaco di Bari, Michele Emiliano, e il Presidente della Provincia di Bari, Vincenzo Divella. E’ previsto l’intervento di un rappresentante del Ministero per i Beni Culturali.

All’inaugurazione parteciperanno anche i  700 artisti, i rappresentanti delle delegazioni, delle istituzioni e della stampa provenienti dai 46 paesi dell’Europa e del Mediterraneo.

Un mix di performance visive, allestimenti e immagini, musica live e dj set firmate da MTV Italia, da dieci anni sinonimo di cultura giovanile, musica e arte animerà l’opening event della XIII edizione della Biennale dei giovani artisti dell’Europa ed del Mediterraneo. A partire dalle 21.00 fino a tarda notte sarà MTV Highlights: musica, immagini, un concerto in anteprima nazionale per celebrare insieme ai giovani della città e della regione l’apertura della festa della creatività. Partirà proprio dalla Fiera del Levante di Bari il tour di Psychodelice, il nuovo progetto dell’artista napoletana Meg, già voce e frontgirl dei 99 Posse, prodotto da Stefano Fontana alias Stylophonic anche lui a Bari per l’evento assieme a Francesco Farfa, dj di culto del panorama nazionale che saliranno sul palco insieme ai dj e visual set dei collettivi pugliesi Lab080 e Kongorock.

Dopo la grande inaugurazione del 22 la Biennale prosegue fino al 31 maggio con un programma giornaliero fitto e interessante dalle 10.30 alle 24.00. Numerosi i workshops, i meetings e le  conferenze. Lo spazio liberty della Fiera (Padiglioni 7-8-9-10) ospiterà quotidianamente un incontro, una conferenza o un dibattito su diversi temi legati alle politiche e pratiche culturali e artistiche nell’Europa e nel Mediterraneo. Tra gli ospiti anche Franco Cassano, Thierry Fabre, Silvia Godelli, Ibrahim Spahic, Emil Mitewski, France Irrmann, Stefano Cristante, Michelangelo Pistoletto.Ogni sera a partire dalle 20.30 fino a mezzanotte, si avvicenderanno nel Villaggio della creatività 18 spettacoli di danza e 9 di teatro, 22 appuntamenti di letteratura, 36 proiezioni per la sezione Images on the move, 30 concerti e 6 appuntamenti di gastronomia. Ogni sera alle 19 un aperitivo a cura di uno dei giovani cuochi selezionati dalla Biennale introdurrà alle cucine del mondo della Biennale. I dieci giorni si concluderanno con l’originale evento di moda che valorizzerà al massimo la creatività dei 13 stilisti europei presenti alla Biennale: 40 abiti presentati con l’originale sound track delle musiche selezionate dal vivo da El Muezzin. Lo stilista Giorgio Correggiari, per l’ultima notte della Biennale e con il Patrocinio della Camera della Moda, concretizzerà il sogno di ogni giovane artista,  riuscire a realizzarsi e magari diventare famoso, con un evento conclusivo capace di rappresentare storie, successi e speranze.

I curatori delle sette sezioni della Biennale Puglia 2008 sono: Antonella Marino e Marilena Di Tursi (Arte); Enzo Mansueto e Mauro Marino (Letteratura); Gemma di Tullio (Danza); Giulia Delli Santi (Teatro); Silvia Viterbo (Moda); Daniele Basilio, Silvio Maselli (Images on the Move); Gianni Buttiglione (Musica).

La Biennale dunque arriva in Puglia perché le istituzioni locali sono profondamente convinte che la creatività giovanile e il Mediterraneo siano i perni fondamentali su cui far ruotare il futuro del Mezzogiorno. Le professioni creative, a partire dai “mestieri dell'arte”, possono trainare un intero territorio verso lo sviluppo economico, come dimostrano molte esperienze europee.

La cultura raramente viene considerata nel suo aspetto economico e di sviluppo, che non va confuso con la pura e semplice mercificazione, bensì con la produzione di reddito, con la circolazione delle idee e dei brevetti, con la realizzazione di scambi che possano generare un segmento di mercato capace di creare occupazione e, con essa, un vero e proprio indotto economico. E di far avanzare le civiltà verso il progresso intellettuale e, dunque, civile.

La Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo sarà per i giovani pugliesi un’occasione unica per incontrare tanti artisti capaci di portare la cultura e la creatività della loro terra, per fare festa insieme a loro e celebrare la propria capacità di accoglienza e ospitalità. Per i 700 -  selezionati dall’Arci - il momento tanto atteso per mostrare e dimostrare le proprie capacità, per incontrare e conoscere gli altri, per affacciarsi al mercato e alle dinamiche della produzione artistica. Un momento unico, il kairos che tutti ricorderanno sempre.