Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Nell'ambito del 2008 Anno europeo del Dialogo Interculturale, la Teca del Mediterraneo organizza un workshop sul tema dell' "organizzazione della conoscenza fra identità e multiculturalità”. L'evento, in programma il 23 e 24 giugno prossimi presso Villa Romanazzi Carducci in Bari, rappresenta  uno fra i più importanti eventi biblioteconomici con carattere di ricorrenza che si svolgono in Italia.



I bibliotecari, i documentalisti, gli archivisti pugliesi e di altre Regioni d’Italia affronteranno i problemi della professione nel contesto della società multiculturale, discutendo come sia possibile declinare insieme la globalizzazione in rapido sviluppo con i localismi fatti di identità, memoria, tradizioni.

Partecipano al workshop, nel corso di 4 sessioni, 32 relatori, di cui 10 stranieri, che assisteranno anche alla proiezione in prima assoluta del videodocumentario “Leonardo”, promosso da Teca sulla presenza della comunità cinese in Puglia.

Una sessione specifica sarà dedicata ad un confronto fra i bibliotecari dell’area del Mediterraneo, mentre nella tavola rotonda del primo giorno i relatori discuteranno il report pubblicato da Teca su “Gli stranieri in Biblioteca”, il cui testo sarà distribuito ai convegnisti in anteprima.

Il tema dell’identità regionale sarà declinato nel corso del workshop con un denso programma riguardante la musica per film, i cui momenti più salienti saranno l’esecuzione dal vivo di musiche per film di Raffaele Gervasio e Nino Rota, la presentazione della novità editoriale promossa da Teca “Ombre sonore” (su musica, cinema e musicisti di Puglia), la proiezione del film “Histoire d’un Pierrot” musicato dal pugliese Pasquale Mario Costa, la cerimonia di premiazione in cui Leietta Gervasio consegnerà al compositore Antonio Castrignanò il premio di Teca “Ombre Sonore del Mediterraneo”, la discussione sullo stato di avanzamento del restauro digitale e della sonorizzazione del film muto pugliese “Idillio infranto”, in corso di realizzazione  per effetto di un protocollo di collaborazione stipulato fra Teca del Mediterraneo e il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.

fonte: Teca del Mediterraneo.