Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Terre Parlanti: colloqui tra terre di Puglia e Grecia giunge al suo epilogo con il ciclo “Gli spettacoli della Narrazione” che, dal 25 giugno al 31 luglio, animeranno i “luoghi” della cultura in quattro città pugliesi: Monopoli, Fasano, Leverano e Santeramo con altrettante compagnie di riferimento scelte dai partner per rappresentare in prosa le affinità linguistiche e culturali, i legami storici, artistici e culturali tra Grecia e Italia.

Alle compagnie italiane si aggiunge una greca proveniente da Zante.

Il 25 giugno, tre gli appuntamenti tutti con inizio alle 21. A Fasano presso il teatro Sociale con la compagnia greca Telone d’Arte in Dai Veneziani all’unione di Eptanisa alla Grecia; a Santeramo in Colle nell’atrio della scuola Netti, Armamaxa presenta Via Nazionale dei Trulli. A Leverano in provincia di Lecce il Teatro Minimo porta in scena Iupiter. Tre gli appuntamenti del 26 giugno: a Fasano, Iupiter, a Monopoli Via Nazionale dei Trulli, a Leverano Dai Veneziani all’unione di Eptanisa alla Grecia.Il 27 giugno a Monopoli al Castello Carlo V la compagnia Telone d’Arte propone Dai Veneziani all’unione di Eptanisa alla Grecia e a Santeramo c’è Diaghilev con Alcuni fatti del ‘43.Il 28 giugno a Monopoli la compagnia Diaghilev presenta Piccole storie del ‘900 e a Santeramo in Colle Alcuni fatti del ’43.Gli spettacoli della narrazioni si concludono con le due date di luglio. Astragali Teatro il 30 a Monopoli e il 31 a Fasano, presenta Il Fiore delle Terre Parlanti di Fabio Tolledi.

Il progetto.Terre Parlanti: colloqui tra le terre di Puglia e Grecia si inserisce nell’ambito delle azioni finanziate dal Programma d’Iniziativa Comunitaria INTERREG IIIA Grecia-Italia, finalizzate alla promozione, ripristino e utilizzo dell’ambiente storico e culturale di comune interesse delle due sponde dell’Adriatico.

La Puglia e la Grecia da oltre per oltre un anno hanno lavorato e collaborato insieme per raggiungere obiettivi comuni in nome di una storia che ha diviso e unito popoli diversi tra loro, per lingua e o religione ma in qualche misura legati da un filo invisibile che corre da una sponda all'altra dell'Adriatico. Un filo che è stato ritrovato attraverso un percorso teatrale che ha fatto emergere le peculiarità di sette differenti comunità che, per la prima volta, hanno parlato la stessa lingua: quella dell'arte universale. Come nasce Terre Parlanti.Tutto è cominciato nel Sud della terra di Bari con il progetto promosso dal Comune di Monopoli, (leader partner di Terre Parlanti) con una serie di azioni, anche trasfrontaliere, che hanno permesso il coinvolgimento di Santeramo in Colle (Ba), Fasano (Br), Leverano (Le), Artemision (Zante), Elation (Zante), Prefettura di Corfù.L'attività di collaborazione sinergica tra gli attori del progetto ha permesso ai partner di superare le barriere linguistiche trovando proprio nell'universalità dell'arte il comune denominatore.Così sono diventate Terre Parlanti e, attraverso un attento lavoro di ricerca e studio, hanno individuato le peculiarità storiche, ambientali, artistiche e culturali, nonché i legami e le influenze reciproche tra Grecia e Puglia.  

Il laboratorio urbano.È stato uno degli strumenti utilizzati per progettare e dare vita le idee ed è diventato in ciascuna comunità, il luogo di conversazione, studio e ricerca, ideale aperto a tutti gli operatori culturali allo scopo di intraprendere un cammino comune nell'ottica di uno scambio di tradizioni, leggende, usanze e legami tra le terre.

In questo percorso i Comuni partners italiani hanno coinvolto nelle attività di laboratorio urbano e di ricerca letteraria alcune tra le più importanti realtà del teatro della narrazione, la Compagnia Diaghilev a Monopoli, Astragali Teatro a Leverano, la Compagnia Armamaxa a Fasano, la Compagnia Teatro Minimo a Santeramo. Per i partners greci: la Compagnia Telone d’Arte a Vanato – Zante), Artemision – Elation e la Compagnia Teatrale a Corfù.

{mosimage} Programma


fonte: Teatro Pubblico Pugliese.