Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Conclusa la missione della Puglia in Libano per illustrare il progetto e definire la rete partenariale. Obiettivo: ricostituire un collegamento attraverso i canali della cooperazione agricola, culturale e turistica tra i due paesi legati dall'antica via Appia, che collegava Brindisi a Biblos e a Baalbek.

Positivo il bilancio della missione svolta in Libano dalla Regione Puglia – Settore Mediterraneo, dal 25 al 29 agosto 2008, per illustrare il Progetto “Via Appia” promosso in collaborazione con l'Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari.

Vi hanno preso parte Vito Amoruso, responsabile dell’Ufficio Cooperazione con i Paesi del Mediterraneo della Regione Puglia.e Luigi Cavestro, consulente dello IAMb che in loco hanno incontrato: Fabio Melloni, direttore dell'UTL locale, Maroun El Moujabber dello IAMb, Marco Cursel, capo progetto TerCom, l'ambasciatore italiano S.E. Gabriele Checchia ed il Primo Consigliere Daniela Tonon.

Il progetto è la testimonianza dell'importante presenza che la Regione Puglia ha avuto in questi anni sul territorio libanese e che ha consentito di tracciare un percorso  tra i Gal pugliesi e gli operatori libanesi nel campo dell'agroalimentare e della ristorazione. L'idea guida è di ricostituire un collegamento attraverso i canali della cooperazione agricola, culturale e turistica, tra i due paesi legati dall'antica via Appia, che collegava Brindisi a Biblos e a Baalbek.

Fortemente condiviso dai destinatari, il progetto ha raccolto consensi unanimi, sia da parte di Fabio Melloni, che da parte dei soci dei Gal di Biblos e di Baalbek. Apprezzamento per l'iniziativa e, in generale, per l’azione della Regione Puglia in Libano è stato espresso inoltre dall'ambasciatore Checchia e dal Primo Consigliere Tonon.