Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}“Unione per il Mediterraneo: Higher Education, Research, EMUNI”, è il tema del seminario tenutosi presso la Fiera del Levante a Bari. La presentazione di questa importante iniziativa euro-mediterranea è stato introdotta da Cosimo Notarstefano con interventi di Luigi Ambrosi, Gaetano Dammacco, Vito Cavone, Nicola Melone, Augusto Sebastio.



Alla presentazione introdotta da Cosimo Notarstefano (Polo Euromediterraneo Jean Monnet) sono intervenuti Luigi Ambrosi (presidente CUM), Nicola Melone (delegato ai Master dell’Università degli Studi di Bari) Vito Cavone (Facoltà di Lingue e Letterature Straniere-Uniba), Gaetano Dammacco (direttore Dipartimento Giuridico Istituzioni, Amministrazione e Libertà – Uniba), Augusto Sebastio (Summer School – Emuni).

Il 9 giugno 2008 a Portorož (Slovenia) si inaugurò il Centro EMUNI, Università euro-mediterranea di formazione d’eccellenza, che nel summit di Parigi del 13 luglio scorso, presieduto da Nicolas Sarkozy, è stata inserita fra le sei priorità istituzionali dell’Unione per il Mediterraneo.

Estratto della Dichiarazione congiunta di Parigi del 13 luglio 2008
Istruzione superiore e ricerca, Università euro-mediterranea:

“Una università euro−mediterranea (avente sede in Slovenia) può contribuire alla comprensione tra i popoli e incoraggiare la cooperazione nell’istruzione superiore, nel prosieguo degli obiettivi delineati dal processo di Catania e dalla prima conferenza ministeriale euro−mediterranea sull’istruzione superiore e la ricerca scientifica (Cairo, giugno 2007). Questa università avrà la mission di realizzare, tramite una rete di cooperazione che riunisce le istituzioni partner e le università esistenti della regione euromediterranea, programmi di formazione post-universitaria e programmi di ricerca, e di contribuire anche alla creazione dello Spazio euro-mediterraneo dell’istruzione superiore, della scienza e della ricerca. I paesi partner vengono incoraggiati a utilizzare appieno le possibilità offerte dai programmi esistenti di cooperazione nell'istruzione superiore, quali Tempus e Erasmus Mundus, compresa la Finestra di cooperazione esterna. Particolare attenzione dovrà essere accordata al miglioramento della qualità e l'adeguamento tra la formazione professionale e i bisogni del mercato del lavoro».



Info:
www.emuni.si

fonte: Teca del Miìediterraneo