Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}“Sfide, cambiamenti e nuove strategie nella sicurezza alimentare globale: la salvaguardia del patrimonio culturale alimentare mediterraneo” è il tema della Tavola Rotonda che si terrà il 16 ottobre- ore 10.00- all’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari del Ciheam.

 


L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN), l’Osservatorio del Mediterraneo, l’IAMB e l’Università degli studi di Bari, con il patrocinio della Regione Puglia, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione che quest’anno sarà celebrata in oltre 150 Paesi. La giornata commemora il 16 ottobre 1945, data di fondazione della FAO.


Alla tavola rotonda parteciperanno Giuliana Trisorio Liuzzi, vice presidente del Ciheam, Cosimo Lacirignola, direttore dell’IAMB, Nadir Mohamed Aziza, direttore generale della Fondazione dell’Osservatorio del Mediterraneo, Enzo Russo e Silvia Godelli, assessori rispettivamente alle risorse Agroalimentari ed al Mediterraneo della Regione Puglia, Corrado Petricelli, Magnifico Rettore dell’Università di Bari, Carlo Cannella, presidente dell’INRAN, Marco Gobetti, delegato del rettore dell’Università di Bari, Wafa’a Dikah Hamzé, ex ministro libanese, Lahcen Kenny dell’Università di Agadir, Marocco, Mohamed Abd-El Motaleb, direttore del Water Resources Research Institut egiziano, Ali Kafu, dell’Agricultural Research Center della Libia e Sandro Dernini, coordinatore del Forum sulle Culture Alimentari del Mediterraneo.

Gli argomenti di discussione del meeting saranno: modello alimentare mediterraneo tra continuità e rottura; erosione del patrimonio culturale alimentare ed azioni comuni per la salvaguardia della dieta mediterranea; prospettive di una cooperazione euro-mediterranea nel settore della sicurezza alimentare; tecnologia per l’agricoltura e la biodiversità; innovazione nella filiera alimentare: gli alimenti funzionali; alimenti e salute. Modererà l’incontro Roberto De Petro, presidente nazionale dell’Associazione Italiana Stampa Agricola e Agroalimentare (AISA).

A fine mattinata si svolgerà la cerimonia di consegna dei diplomi di Master a 42 borsisti dell’Iamb e dei certificati a 22 partecipanti al corso di alta formazione a distanza “Qualità Management of Typical and Organic Products in Mediterranean and Balcan Areas”.

fonte: IAMB.