Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Si è tenuta a Cagliari la prima riunione del Comitato di Sorveglianza congiunto, organo decisionale del Programma Enpi di cooperazione transfrontaliera “Bacino del Mediterraneo”, di cui la Regione Sardegna è Autorità di Gestione Comune,

che ha approvato il piano di lavoro 2008-2009 e i criteri di selezione dei progetti (il lancio del primo bando è previsto per metà dicembre).

Il Programma, adottato dalla Commissione europea il 14 agosto, coinvolge attualmente quindici Paesi, di cui sette appartenenti all’Ue ( Cipro, Francia, Grecia, Italia, Malta, Portogallo, Spagna) e otto partner mediterranei (Autorità palestinese, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Marocco, Siria, Tunisia). Per l’Italia partecipano Liguria, Toscana, Lazio, Campania, Basilicata, Sicilia, Sardegna e Puglia, che presiede il Comitato nazionale, organismo di coordinamento delle regioni e di tutto il partenariato italiano.

Obiettivo di CBC “Bacino del Mediterraneo” è promuovere progetti di cooperazione transfrontaliera tra le due sponde del Mediterraneo.

fonte: ItaliaOggi del 6 novembre 2008.