Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Tre Conferenze d’area per il Piano Paesaggistico regionale: il 10 dicembre al Convento di  Santa Margherita ad Altamura, il  12 dicembre al Castello di Acaya (Vernole), il 15 dicembre al Teatro Comunale di Lucera.



Con le prime Conferenze d'Area la Regione Puglia intende aprire alla partecipazione sociale la costruzione del Piano Paesaggistico, coinvolgendo gli abitanti e gli attori che, a vario titolo, cooperano alla produzione del paesaggio stesso: amministratori, associazioni imprenditoriali, sindacali, culturali, sociali, ambientali, locali.

Nelle Conferenze verrà presentato l'Atlante del patrimonio dei paesaggi della Puglia, che ne rappresenta Ie altissime qualità identitarie e i valori da esaltare per produrre nuova ricchezza all'insegna della sostenibilità; ma ne rappresenta anche le criticità e il degrado cui li ha sottoposti un  modello di svilluppo poco attento ai valori patrimoniali.

Durante le conferenze saranno discusse Ie linee di uno scenario strategico per uno sviluppo fondalo sulla qualità dell'ambi me e del paesaggio e sulle buone pratiche necessarie a realizzarlo: a questo fine sono stati già attivati molti progetti  pilota e un sito interattivo sulle buone e cattive pratiche nel territorio.

Una mostra della cartografia del piano e dei progetti pilota finora attivati nei diversi ambiti del territorio pugliese sarà poi  l’occasione per confrontarsi con le associazioni e gli attori locali e definire i passi futuri di sviluppo e attuazione del piano paesaggistico della Regione Puglia.