Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Montenegro ha presentato ufficialmente la sua candidatura per l’adesione all’Unione europea. Il premier Milo Djukanovic si è recato a Parigi per consegnare nelle mani del presidente di turno dei 27 la richiesta.

Dopo aver temporeggiato sei mesi, il governo montenegrino voleva fare questo passo nel primo semestre 2008, Podgorica ritiene che i tempi siano maturi.

Dopo Croazia e Macedonia, il Montenegro diventa il terzo paese candidato dei Balcani. La decisione del Montenegro potrebbe influire in questo senso su altri paesi come Albania e Serbia. L’unico paese dell’ex Jugoslavia, oggi nell’Unione, è la Slovenia.

Il Montenegro, che usa la moneta unica, ha registrato negli ultimi anni una forte crescita in aree come il turismo e il settore minerario. Già all’indomani dell’indipendenza dalla Federazione Serbia-Montenegro, il giugno del 2006, il premier Djukanovic parla del cammino comunitario per aderire all’Unione che Podgorica intraprenderà.
Il 15 ottobre dell’anno scorso, il Montenegro sigla l’accordo di stabilizzazione e associazione, primo passo verso l’adesione.

Fonte: euronews.